Venezuela, Sottosegretario Merlo: “Maduro è un tiranno destinato a cadere”

A proposito della crisi diplomatica tra Francia e Italia, “è nata da un'iniziativa di partito, del Movimento 5 Stelle, non del governo"

DITTATORE Nicolas Maduro

Nicolas Maduro non ha prospettive in Venezuela, “è solo questione di tempo” e poi uscirà di scena. Ne è convinto il Sottosegretario agli Esteri Ricardo Merlo, senatore e presidente del MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero.

Merlo è in missione istituzionale a Londra per visitare la comunità italiana e rendersi conto personalmente della situazione che vivono i nostri connazionali in tempi di Brexit. Durante un punto stampa, parlando con i giornalisti il Sottosegretario ha affrontato anche il tema della crisi in Venezuela.

Per lui e per il suo Movimento, ha sottolineato l’eletto all’estero, Maduro è “un tiranno, un dittatore”, presto cadrà, “è solo questione di tempo”; poi si è detto soddisfatto della dichiarazione annunciata ieri dal gruppo di contatto di Montevideo – dove l’Italia era rappresentata dal ministro Enzo Moavero – che chiede nuove elezioni in Venezuela. “Chiedere nuove elezioni presidenziali significa di fatto riconoscere che Maduro come presidente non e’ piu’ legittimo, sebbene senza dirlo”, ha evidenziato Merlo.

A proposito della crisi diplomatica tra Francia e Italia, “è nata da un’iniziativa di partito, del Movimento 5 Stelle, non del governo“, ed è solo “un episodio” passeggero. E comunque “non voglio giudicare quell’iniziativa, ci penseranno gli elettori, visto che c’è un voto vicino”. In ogni caso, azioni del genere rientrano “nella cultura politica proporzionale” italiana e “ci sono sempre state”.

“E non voglio giudicare nemmeno la reazione” di Parigi, ha aggiunto replicando a una domanda dell’Ansa, parlando di decisioni che “hanno tutte uno sfondo politico ed elettorale”. Secondo il sottosegretario, la Francia resta in ogni modo “un Paese amico” e la tensione attuale e’ soltanto “un episodio, che passerà”.