Osvaldo Napoli (Fi), ‘enormi danni all’Italia da un governo non credibile’

"Un governo stabile ma non credibile provoca danni irreparabili all’Italia. Non si contano piu’ i provvedimenti presentati e ritirati dal governo; corretti o respinti da un Capo dello Stato che, per quanto ‘amico’ dell’esecutivo, non puo’ sottrarsi al dovere costituzionale di segnalare incongruenze e contraddizioni nel modo di procedere di Enrico Letta". Lo afferma Osvaldo Napoli (Forza Italia) in una nota.

"Ma il ministro per il Parlamento Franceschini – si chiede Napoli – che cosa fa? Il ministro dell’Economia Saccomanni che cosa produce al di la’ di annunci mirabolanti mai seguiti da un qualche atto concreto? Ultimo ma non ultimo, il caso del cosiddetto decreto ‘salva Roma’, esempio estremo di cio’ che non serve all’Italia ma anche simbolo del piede sbagliato con cui parte la generazione dei quarantenni. Il risanamento delle finanze locali – sottolinea – non si realizza con il bilancino di accordi sociali. Se al termine di operazioni di ristrutturazione del debito si scopre che c’e’ eccedenza di personale in un’azienda comunale o indirettamente controllata dal Comune, chi e’ titolato a farlo deve intervenire come in qualsiasi azienda prevedendo un esodo di personale da accompagnare, ovviamente, con misure di reinserimento nel lavoro. Ma le riduzioni di personale, dolorose socialmente, sono anche le sole in grado di non vessare oltre misura i cittadini con nuovi aggravi fiscali. Chi pensa di usare la leva fiscale illudendosi di risanare il Paese, in realta’ prepara l’inferno per le giovani generazioni", conclude.