Comunali Roma, Alemanno: Marino ha tentato di uccidere campagna elettorale

Center-right candidate for Rome mayor Gianni Alemanno waves to supporters at his electoral headquarters in Rome, Monday, April 28, 2008. The center-left candidate for Rome mayor has conceded defeat in the race for the Italian capital. Near final returns by Rome's municipality show right-wing candidate Gianni Alemanno has won the mayoral election with 53.5 percent of the vote versus 46.4 percent for Francesco Rutelli, a former two-time center-left Rome mayor. The poster in background reads: Rome changes. (AP Photo/Alessandra Tarantino)

"Finalmente questa sera ci sara’ questo confronto con Marino (alle 21 su Sky, ndr). Rappresenta il momento nel quale i cittadini potranno valutare la diversita’ dei programmi, quelli che sono gli atteggiamenti diversi". Lo ha detto il sindaco di Roma Gianni Alemanno, a margine della inaugurazione del nuovo capolinea del tram 8 a Piazza Venezia. "Mi auguro – ha aggiunto – che i cittadini possano seguire il confronto, valutare le diverse ipotesi, farsi un’idea e avere una motivazione in piu’ per andare a votare". Per il primo cittadino della Capitale "il grande errore di Ignazio Marino, anzi la sua scelta, e’ stata quella di non valutare l’importanza e l’impatto nella nostra citta’ di avere una campagna elettorale realmente partecipata. Non so se e’ paura del confronto diretto, non so se e’ mancanza di preparazione rispetto a quelli che sono gli argomenti fondamentali della nostra citta’. Sostanzialmente – ha proseguito – abbiamo avuto una campagna elettorale depotenziata da una scelta insistita, da una forzatura incredibile, nel rifiutare qualsiasi confronto diretto. Ci sono stati momenti che abbiamo dovuto fare i separati in casa, con registrazioni separate per poter consentire alle trasmissioni di trasmettere qualcosa sulla nostra sfida".

"Tantissimi contenitori televisivi – ha denunciato Alemanno -, che volevano dare molta evidenza ai temi Roma, permettendo cosi’ un grande dibattito, non hanno potuto fare le trasmissioni a causa della par condicio. C’e’ stato un tentativo scientifico di uccidere la campagna elettorale da parte di Ignazio Marino", si e’ trattato di un "fatto di grande mancanza di democrazia. Speriamo stasera di poter recuperare, speriamo stasera ci sia un confronto serio sui problemi di Roma".