Scilipoti vuole fondare associazioni amicizia parlamentare con Brasile e Malta

Rio De Janeiro o La Valletta? Per Domenico Scilipoti pari sono. Il senatore responsabile si prefigge di fondare le associazioni di amicizia parlamentare Italia-Brasile e Italia-Malta. E per farlo invia ai colleghi di Montecitorio e Palazzo Madama due lettere di adesione. Due missive ‘fotocopia’ che attirano subito l’attenzione dei grillini: "Ma chi paga?", si chiede la deputata cinque Stelle Giulia Sarti, che avvia subito un’indagine personale.

La prima lettera compare nelle caselle di posta dei parlamentari il 5 agosto. E’ l’invito a partecipare all’associazione Italia-Malta. "Cara collega e caro collega – scrive Scilipoti su carta intestata del Senato – con la presente provvedo a sottoporre alla tua attenzione l’Associazione di amicizia parlamentare Italia-Malta".

Il giorno dopo, 6 agosto, e’ il turno del Brasile. "Cara collega e caro collega – e’ ancora Scilipoti – con la presente provvedo a sottoporre alla tua attenzione l’Associazione di amicizia parlamentare Italia-Brasile".

Le due lettere sono identiche. Differisce solo il Paese ‘amico’. "L’associazione e’ espressione del rinnovato impegno del nostro Paese verso il rafforzamento delle relazioni con Malta/Brasile, un Paese amico che intende condividere iniziative e interventi comuni volti al consolidamento della reciproca conoscenza e stima", si legge. Ma, in particolare, di cosa si occuperanno le associazioni? Che sia il paese della saudade o l’isola nel cuore del Mediterraneo, il menu e’ lo stesso: "Realizzeremo progetti utili ad una conoscenza diretta del Paese anche attraverso convegni, attivita’ culturali, viaggi-studio, interscambi parlamentari anche in collaborazione con il Parlamento brasiliano/maltese che consentiranno anche di ammirarne le bellezze ambientali e naturali". Un particolare, quest’ultimo, non trascurabile. Ma Scilipoti si propone di andare oltre. E dopo le bellezze paesaggistiche, vuole approfondire quelle culturali. "E’ per me motivo di grande interesse e orgoglio – conclude rivolto ai colleghi – anche con il tuo contributo creare una cornice istituzionale comune all’interno della quale conoscere e condividere tutti gli aspetti culturali, politici ed economici che caratterizzano questo Paese. Ti allego il modello di adesione che se vorrai potrai restituirmi sottoscritto entro il prossimo 25 settembre".

La deputata grillina Giulia Sarti, che ha ricevuto le lettera nella casella di posta, non le restituira’ compilate. Dopo "due risate iniziali", la parlamentare e’ stata assalita da un dubbio. "Ma quanto ci costeranno queste due associazioni? Mi documenterò a giorni e vi terrò informati su quanti soldi pubblici ricevono queste due associazioni", promette agli amici di Facebook. E conclude: "Vi immaginate Scilipoti in Brasile o a Malta come rappresentante italiano? Io francamente no".