Roma, litiga col vicino e lo uccide: coltellata al cuore

Una lite tra condomini e’ finita in tragedia nella tarda serata di ieri in un palazzo di Ponte di Nona, all’estrema periferia di Roma. Un cittadino romeno di 48 anni e’ stato ucciso con una coltellata al cuore. Ionel Bebereche si e’ accasciato agonizzante sul pianerottolo del suo appartamento via Padre Damiano De Veuster, dove viveva con moglie e figli, in una pozza di sangue. Inutile la corsa in ambulanza perche’ l’uomo e’ deceduto poco dopo.

Per l’omicidio la polizia ha arrestato Raimondo Grilletto un 60/enne originario di Palermo, attualmente in liberta’ vigilata, gia’ finito in manette nel 2001 con l’accusa di aver ucciso uno straniero e poi scarcerato. E’ stato bloccato in casa dove, prima dell’arrivo degli agenti, avrebbe anche lavato il coltello insanguinato. Nella sua abitazione sono state trovate tracce di sapone miste al sangue. A soccorrere il romeno, agonizzante, e’ stata la moglie. La donna avrebbe anche visto il presunto responsabile estrarre la lama dal petto del marito e scappare. Causa scatenante della lite forse i gatti dell’omicida o un terreno da coltivare.

Tra i due condomini ci sarebbero stati in passato dissapori per motivi di vicinato e discussioni frequenti. I due si conoscevano da tempo e l’arrestato sarebbe noto nel palazzo per la sua un’indole aggressiva. Poco tempo fa avrebbe minacciato con un coltello anche un altro residente. A quanto ricostruito finora ieri sera, intorno alle 22.30, i due uomini avrebbero iniziato a litigare nell’androne del palazzo. Dalle parole sarebbero passati alle mani. Poi l’aggressore avrebbe impugnato il coltello da cucina e colpito la vittima che ha cercato di scappare per le scale fino ad accasciarsi in fin di vita sul pianerottolo. Sulla vicenda continuano le indagini del commissariato Casilino, diretto da Luigi Mangino.

Nelle prossime ore gli investigatori riascolteranno anche la moglie per acquisire elementi utili. All’interno dell’appartamento del 60enne la polizia ha sequestrato vari coltelli da cucina su cui verranno effettuati accertamenti per poter individuare l’arma del delitto. Nel passato di Grilletto ci sono alcuni precedenti. A marzo 2001 era stato arrestato per l’omicidio di un cittadino bulgaro ucciso con un colpo di pistola a Tor Pignattara, alla periferia di Roma. Scarcerato, qualche mese dopo fu fermato sulla spiaggia di Torvajanica per aver aizzato un pitbull contro un venditore ambulante marocchino.(