Riccione, Andrea Verde nuovo titolare del Pepenero (VIDEO)

Andrea Verde, politico e imprenditore, una delle firme di punta di ItaliaChiamaItalia, è il nuovo titolare del Pepenero, il locale famoso in tutta Italia per le sue splendide “peperine”, ragazze super sexy provenienti da tutto il mondo, ma anche per i servizi televisivi ad esso dedicati: memorabile, in particolare, quello delle Iene di Italia 1.

Il Pepenero si tinge di Verde, dunque: Andrea, milanese, imprenditore impegnato in politica, già candidato del PdL nel 2008 nella ripartizione estera Europa e da sempre esponente dei Radicali, si è aggiudicato lo storico night di Riccione. La sua società, Service et Qualité, aveva offerto 160mila euro contro i 140mila della Fined SpA di Modena​.

Il locale inaugurerà dopo le festività natalizie, perché i tempi per una riapertura in concomitanza con Capodanno sono troppo stretti. Nel week end Verde sarà a Riccione per parlare con gli ex dipendenti del locale, rimasti disoccupati dopo il sequestro del locale dello scorso 8 agosto: “il mio obiettivo è anche quello di salvaguardare l’occupazione”, spiega.

“Sono davvero contento”, dichiara Verde, da anni residente a Parigi. Per lui, sottolinea, “è una grande soddisfazione essere riuscito ad avere questo storico locale, in una terra che amo molto. Organizzeremo i programmi e formeremo la squadra, perchè, burocrazia permettendo, conto di riaprire il prima possibile. La mia intenzione è anche e soprattutto quella di contribuire al rilancio e all’attività economica di questo territorio”.

Laureato alla Bocconi, Andrea Verde sul nostro quotidiano online da anni partecipa al dibattito politico, con la sua firma pungente e il suo stile a tratti irriverente, soprattutto nei confronti di certi politici, ma efficace.

Noi di ItaliaChiamaItalia auguriamo ad Andrea un grande in bocca al lupo, di cuore, certi che saprà dare al Pepenero – ormai da molti già ribattezzato “Pepeverde” – quel tocco di classe in più e la giusta effervescenza ed eleganza, affinchè lo storico locale torni a brillare come un tempo.