Raffaele Fitto, la stagione politica di Berlusconi è finita

(RAVAGLI)- CONFERENZA STAMPA RAFFAELE FITTO | ROMA 13 FEBBRAIO 2015 CONFERENZA STAMPA DI RAFFAELE FITTO NELLA FOTO RAFFAELE FITTO FOTO RAVAGLI/INFOPHOTO

Raffaele Fitto, leader dei Conservatori e riformisti, intervistato dal quotidiano La Stampa, spiega: "Non vorrei che Berlusconi mettesse in vetrina l’accordo con la Lega, per lavorare nel retrobottega a un dialogo con Renzi. Oggi Berlusconi parla di regime: ma ha contribuito a crearlo avendo votato prima le riforme".

Fitto torna poi sulla leadership del centrodestra e ribadisce: "Un leader non si decide chiusi in una stanza: lo sceglie la gente. Per questo entro ottobre presenteremo una proposta di legge sulle primarie, perchè siano trasparenti e senza rischio infiltrazioni, sul modello americano, e diventino una grande occasione di dibattito".

Già si sono detti a favore dei gazebo Salvini e Meloni: "E allora – propone Fitto – mettiamoci intorno a un tavolo e parliamone. Berlusconi ha fondato il centrodestra e ha svolto un ruolo importantissimo in questi vent’anni, ma ora rischia di bloccarlo, il centrodestra. La sua stagione e’ ormai conclusa, e trovo singolare anche le modalita’ del ritorno, citando argomenti di un ipotetico programma senza valutarne i costi e le coperture: cosi’ si compromette la credibilita’ delle cose che si dicono…".

Sullo strappo di Verdini, Fitto conclude: “Da Fini ad Alfano a me, le rotture con Berlusconi sono sempre state traumatiche. Noto invece che solo nel caso di Verdini la rottura non è nè brutta nè traumatica: il primo caso di rottura soft…”.