Quirinale, Bisignani: se Renzi pareggia fa lo statista

"Renzi ha di fronte un bivio: diventare uno statista o restare un prestigiatore. Dalla sua scelta dipenderà il suo futuro politico e quello del governo". Lo sostiene Luigi Bisignani in una intervista al Tempo.

Prossimo alle stampe con un libro proprio sul premier, l’ex giornalista e faccendiere sostiene che Renzi ancora non saprebbe il nome da proporre e che quindi deve "sentire i suoi parlamentari e cercare una convergenza anche con Forza Italia. Non ci sono altre possibilità, visto che i parlamentari del Movimento 5 Stelle si sono tirati fuori dal confronto, come al solito. Deve scegliere un nome condiviso. In caso contrario perderà la partita".

E aggiunge che Andreotti "gli avrebbe detto che gli conviene pareggiare e non stravincere. Anche questo significa essere uno statista", "deve fare un passo indietro". E fa la sua rosa con "due nomi di persone che non si candiderebbero mai e che, in fondo, sono improponibili in questo mondo politico: Gianni Letta e Massimo D’Alema".