Ncd, Alfano: Berlusconi? Ci ha diviso il giudizio su decadenza e governo

Angelino Alfano, protagonista a “L’Arena” su Rai Uno, replica a Matteo Renzi che ha chiesto a Enrico Letta di usare finalmente le idee del Pd nel governare: ”Se non ci siamo noi, cade il governo”, controbatte Alfano. ”Non credo che Renzi voglia far cadere il governo”, altrimenti farebbe ”solo una partita di potere” come nella vecchia politica in cui appena uno ha un po’ di potere pensa di prendere palazzo Chigi.

Intervistato da Massimo Giletti, il leader della nuova formazione politica, Nuovo centrodestra, spiega: “In questi 20 anni ho fatto sempre ciò in cui ho creduto e penso che tutti noi di Forza Italia non avessimo sbagliato la speranza, il programma e la persona nello scegliere Silvio Berlusconi come leader. Ho dovuto trovare dentro di me una grande forza e un grande coraggio per il bene dell’Italia". "Ho patito, ma dormendo con la buona coscienza di chi ha fatto la scelta giusta quando il Paese lo richiedeva".

Con Berlusconi “capita di sentirci. Il rapporto personale e politico all’interno della coalizione prosegue. Quello che ci ha diviso e’ stato il giudizio sulla decadenza e sul governo".

“La separazione delle nostre strade" con Berlusconi e Fi "non sarà una finzione, è purtroppo tutto molto vero e lo dimostreranno i prossimi giorni quando con molta probabilità le strade si separeranno su un punto fondamentale sulla caduta del governo". Per Alfano "da quello che leggo, dopo la decadenza di Berlusconi, Forza Italia andrà all’opposizione”.

L’ex segretario PdL premette che sulla concessione della grazia "ci sono interpretazioni differenti, sulle quali non mi addentro" ma richiama all’attenzione il fatto che "il nostro ordinamento prevede anche forme di grazia non a richiesta". Il leader Ncd aggiunge che "un uomo con la carriera e la biografia di Berlusconi meriterebbe non i servizi sociali ma di ricevere la grazia" ed aggiunge che "sulla procedura non c’e’ da soffermarsi troppo". "Noi non consideriamo incostituzionale la legge Severino, ma la sua applicazione retroattiva

Il Nuovo centrodestra partecipera’ alla manifestazione del 27 contro la decadenza di Silvio Berlusconi? ”Noi abbiamo fatto una scelta diversa, guardando al futuro e all’Italia”. ”Non stiamo partecipando all’organizzazione manifestazione” e quindi ”non siamo coinvolti”.

Parlando di immigrazione, "l’Ue non puo’ rimanere sorda sull’immigrazione. Il Mediterraneo e’ una frontiera europea, serve una grande alleanza tra i Paesi mediterranei per fronteggiare il fenomeno".