Moto GP, Aragon: Lorenzo torna a vincere, cadono Marquez e Rossi

epa04421672 Spanish MotoGP rider Jorge Lorenzo of Movistar Yamaha celebrates on the podium after winning the Aragon Grand Prix at the Motorland Aragon race track near Alcaniz, Spain, 28 September 2014. EPA/ANDREU DALMAU

Jorge Lorenzo torna al successo in un Gran Premio di Aragon dove e’ successo di tutto quando ha iniziato a piovere. Il mallorchino della Movistar Yamaha e’ stato bravo a capire che era il momento di rientrare ai box per saltare in sella alla moto con le gomme da bagnato e questo gli ha permesso si andare a vincere la sua prima gara in questio 2014, mentre dietro c’e’ stata una vera ecatombe con le cadute di entrambi i piloti Honda Hrc Marquez e Pedrosa, del suo compagno di team Valentino Rossi, di Andrea Iannone e Andrea Dovizioso con la Ducati.

Alla fine sul podio c’e’ lo storico secondo posto di una "open" con Aleix Espargaro’ che con la sua Forward Yamaha ha battuto allo sprint la Ducati di Cal Cruthclow.

Al via parte bene Dani Pedrosa ma Andrea Iannone lo infila qualche curva dopo, imitato da Marc Marquez, protagonista di un bello scambio di posizioni col Jorge Lorenzo. Il Campione del Mondo non perde tempo, passa il pilota di Vasto che non molla. Iannone peró arriva lungo alla staccata e non riesce a fermarsi sull’erba, salutando subito la compagnia. I quattro piloti dei due top team guidano la corsa seguiti da Pol Espargaró che con la Yamaha Tech 3 si conferma ancora una volta il miglior dei piloti satellite.

Al terzo giro, nuovo colpo di scena. Valentino nel tentativo di passare Pedrosa, mette le ruote sull’erba sintetica al di lá del cordolo, perde il controllo della sua M1, cade rovinosamente e perde conoscenza per qualche istante, ma poi si riprende e quando arriva alla Clinica Mobile e’ cosciente. Sara’ portato all’ospedale di Alcaniz per effettuare una TAC per avere conferma del suo stato, visto che si parla di trauma cranico.

Jorge Lorenzo, intanto, tiene il ritmo di Marquez e gli si avvicina pericolosamente con una serie di giri veloci, scendendo entro il mezzo secondo di gap. Pedrosa rimane guardingo ad osservare, mentre alle sue spalle la lotta per la quarta posizione e’ tra Pol Espargaró e Andrea Dovizioso. Lo spagnolo arriva lungo in staccata e il forlivese della Ducati ne approfitta; Polyccio viene passato anche da Stefan Bradl e deve guardarsi anche dalla seconda Desmosedici dell’inglese Cal Crutchlow.

All’ottavo giro, Jorge Lorenzo rompe gli indugi e si mette davanti a Marquez che lo segue come un’ombra. Tre giri piú tardi infatti il talento di Cerve’ra si riprende il comando alla prima curva dopo il traguardo; alla tornata successiva, la Direzione Gara espone la bandiera bianca: da un momento all’altro i piloti possono decidere di rientrare (o meno) ai box per il cambio moto. Lorenzo si fa vedere da Marquez e i due incrociano le traiettorie prima del rettilineo. Ma e’ solo la prova generale: pochi metri piú avanti il mallorchino lo infila. Inizia a piovere piú forte e Lorenzo alza il suo ritmo, cedendo il passo alle due Honda Repsol.

I due compagni di squadra regalano uno spettacolo straordinario a tutto il pubblico accorso al MotorLand, con continui sorpassi e controsorpassi, sempre sul filo dei millimetri. Aleix Espargaró e’ il primo pilota che rientra a cambiare la moto, mentre in testa Dani Pedrosa passa al comando. La pioggia e’ ormai battente: a farne le spese e’ Andrea Dovizioso, ottimo quarto fino a quel momento. Mentre Lorenzo effettua il cambio-moto, il suo connazionale Dani Pedrosa scivola ma riesce a recuperare la via dei box.

Solo Marquez decide di rischiare rimanendo in pista con le slick, ma questa volta il leader della classe regina paga l’azzardo a caro prezzo: scivolando anche lui come Pedrosa. Lorenzo ne approfitta per balzare in testa, seguito da Aleix Espargaró e Cal Crutchlow. Il pilota della Movistar Yamaha numero 99 guida in maniera impeccabile e in tutta tranquillitá fino alla bandiera a scacchi. Negli ultimi metri Crutchlow si avvicina pericolosamente a Espargaró, che peró resiste avendo la meglio in volata sull’inglese. Per Jorge Lorenzo arriva finalmente la prima vittoria stagionale, dopo il lungo digiuno che durava dall’ultima gara del 2013. Il Mallorchino non aveva mai trionfato su questo tracciato, ma soprattutto consolida il suo quarto posto in classifica, portandosi a soli 12 punti da Rossi e 15 da Pedrosa. Aleix Espargaró porta una Open per la prima volta sul podio; anche per l’inglese Crutchlow e’ il primo risultato di rilievo con la Ducati.