Maltempo, pioggia record a Carrara e tromba d’aria a Catania

L’Italia continua ad essere attanagliata dal maltempo che porta piogge abbondanti sulle Alpi, Prealpi, Liguria, Triveneto e oggi anche sulla Toscana e il Lazio. Gli esperti meteo segnalano che oggi il rischio di nubifragi, smottamenti, esondazioni e disagi riguarderà tutti i settori montuosi del Nord, ancora la Liguria centro-orientale, ma anche la Toscana e il Lazio; su queste ultime due regioni sono attese piogge intense e temporali molto forti. Piogge e temporali anche sulle coste ioniche della Sicilia e della Calabria.

Giovedì il maltempo sarà più intenso sul Triveneto, specie sul Friuli Venezia Giulia, ma attenzione perché tenderà a peggiorare fortemente ancora sul Lazio, ma soprattutto sulla Sicilia, Calabria e settori ionici del Sud con pericolo di alluvione.

Da venerdì il maltempo si attenuerà gradualmente su gran parte delle regioni col ritorno del sole, soprattutto sabato, su buona parte dei settori. Ma non è finita qui perché da domenica pomeriggio un nuovo ed intenso peggioramento raggiungerà il Piemonte e la Liguria con piogge forti e ancora possibili nubifragi.

A CARRARA PIOGGIA RECORD I forti temporali che hanno colpito l’alta Toscana e la zona di Carrara hanno portato accumuli di pioggia senza precedenti. Stando ai dati del Centro Epson Meteo, in 3 ore sono caduti 200 mm di pioggia, la stessa quantità che dovrebbe cadere in quelle zone in un intero mese piovoso. "Vivremo ancora ore critiche sul fronte del maltempo – affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo – a causa dell’intensa perturbazione che si sta spostando molto lentamente verso est e interessa insistentemente molte delle nostre regioni. La perturbazione, lunga quasi 5000 km, parte dal nord della Russia, attraversa il Baltico, l’Europa centrale, l’Italia arrivando fino in Algeria. In particolare nella giornata di oggi i fenomeni più abbondanti sono previsti soprattutto su Lombardia, Nordest, Toscana, Lazio e Sardegna".

TROMBA D’ARIA A CATANIA Una tromba d’aria ha investito l’area a confine fra i comuni di Catania e Aci Castello nei quartieri Ognina-Cannizzaro. Sono diversi i tetti scoperchiati e gli alberi sradicati a causa del forte vento, mentre si registrano dei danni causati dall’improvvisa caduta di alcuni impianti esterni di aria condizionata uno dei quali ha colpito un auto parcheggiata in una area di sosta in via Messina in prossimita’ della palestra ‘Virgin’. Sul posto stanno operando tre squadre dei vigili del fuoco, ma e’ la zona fra Acireale ed Aci Castello che risulta essere la piu’ interessata dal fenomeno. Numerose le chiamate al centralino dei pompieri.