Made in Italy, viceministro Calenda: manifattura ed export punti di forza

"I dati parlano chiaro: la manifattura e l’export sono i nostri punti di forza e quindi il Governo continuerà a investire sulle politiche di integrazione internazionale". E’ quanto ha affermato il viceministro Carlo Calenda davanti alla platea della Conferenza Annuale degli Ambasciatori che si è tenuta oggi alla Farnesina. "Negli scorsi quattro mesi abbiamo svolto otto missioni imprenditoriali, accompagnando oltre 1000 imprenditori nei mercati più strategici per le nostre produzioni e abbiamo raddoppiato le risorse per la promozione del made in Italy. Nei primi sei mesi del prossimo anno sono già in programma nove missioni in altrettanti Paesi. Questa fondamentale attività non sarebbe possibile senza l’impegno costante della rete diplomatica che è sempre più vicina alle nostre imprese".

"Mentre continueremo il nostro impegno all’estero – ha concluso Calenda – una simmetrica attività sarà condotta dentro i confini nazionali. Nei primi sei mesi del 2014 svolgeremo 18 ‘missioni in Italia’, un roadshow di formazione e informazione per le piccole e medie imprese potenziali esportatrici. Il nostro obiettivo è di portare 20mila nuove imprese a internazionalizzarsi nei prossimi anni".