Made in Italy protagonista negli Usa, 52 imprese tricolori alla FMI Connect di Chicago

????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

L’Ice, in collaborazione con Federalimentare e le Fiere di Milano, Parma e Verona organizza per la prima volta una collettiva italiana di 52 imprese alla FMI Connect di Chicago, in programma da domani a giovedì. Per la prima volta alla la principale fiera del prodotto alimentare dedicata al mondo della Grande Distribuzione Organizzata (Gdo) e del retail un Paese, l’Italia, è "Host Country" della manifestazione.  

La partecipazione italiana, guidata dal vice ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, ha come principale obiettivo quello di incrementare presso la grande distribuzione americana il numero dei prodotti autentici italiani disponibili sui loro scaffali e consolidare brand e prodotti già esistenti.

Gli USA infatti rappresentano il più grande mercato di consumatori mondiale con 315 milioni di persone con una forte prevalenza di giovani visto che il 34% della popolazione è under 25.

Nel 2014 l’export di prodotti alimentari italiani verso gli USA è aumentato del 6,2% rispetto al 2013, riconfermando gli USA come terzo mercato di destinazione delle nostre eccellenze alimentari e, specularmente, posizionando il nostro Paese all’ottavo posto della classifica dei principali Paesi fornitori. Dati importanti che spingono ancora di più il Governo italiano a puntare sugli Stati Uniti. Calenda, infatti, oltre a partecipare ad un fitto calendario di appuntamenti con la GDO statunitense e ad incontrare le principali autorità locali, illustrerà in loco agli addetti del settore e alla stampa specializzata le attività previste dal piano Piano Straordinario Made in Italy USA 2015.

L’evento di Chicago si configura inoltre come un’ottima occasione per presentare per la prima volta nel suolo statunitense il "Segno Distintivo" delle produzioni agroalimentari del Belpaese, The Extraordinary Italian Taste, che caratterizzerà le prossime collettive italiane in un’ottica sempre più di Sistema Italia. Un’immagine unica per la promozione del settore all’estero promossa dal ministero delle Politiche Agricole e Forestali e realizzata in collaborazione con il ministero dello Sviluppo Economico e l’ICE-Agenzia.