Made in Italy, l’olio I.O.O.% arriva sulle tavole russe

Anteprima novello 2013 per gli oli extra vergine di oliva I.O.O.% di alta qualita’ italiana arriva sulle tavole russe. L’olio a marchio Fai- Filiera agricola italiana, verra’ presentato a Mosca, lunedi’ e martedi’, nell’ambito di Vinitaly international e si svolge con il sostegno del ministero delle Politiche agricole. L’obiettivo "e’ quello di allargare il mercato dell’alta qualita’ del prodotto rafforzando la presenza delle aziende olivicole ed olearie italiane sul mercato russo – spiega Unaprol in una nota – per questo Unaprol ha organizzato martedi’, presso lo Swiss Hotel Krasnye Holmy a Mosca, un ‘olive oil tasting’ riservato a buyer, stampa specializzata e rappresentanti del canale Horeca, che sara’ preceduto da un seminario sull’evoluzione del mercato mondiale dell’olio di oliva".

Nei primi sette mesi del 2013 l’Italia ha esportato in Russia "oltre 8 milioni di euro di prodotto che rappresentano il 2,2% sul totale delle esportazioni italiane del settore agroalimentare verso la Federazione, segnando un + 5,8% in valore rispetto allo stesso periodo del 2012", sottolinea Unaprol.

Nuovi ricchi sempre piu’ attenti alla qualita’ e al mangiar bene, sono i potenziali clienti dell’olio extra vergine di oliva italiano. Un nuovo ceto medio, che vive nella capitale della Federazione russa che e’ disposto a spendere di piu’ per portare a tavola prodotti di qualita’. La ristorazione italiana e’ tra le preferite dei buongustai russi e si colloca, nella classifica, subito dopo quella nazionale e quella caucasica.