Italiani all’estero, plenaria Comites Zurigo: ecco i punti sul tavolo

Miglioramento della comunicazione verso l’esterno, maggiori rapporti con le istituzioni e le comunità locali con la valorizzazione di tutti i 18 membri eletti, ecco l’impegno del Comites di Zurigo per il prossimo futuro.

Mercoledì 8 luglio si è svolta la seduta plenaria del Comites alla presenza del dott. Francesco Cacciatore, Commissario Aggiunto Amministrativo del Consolato Generale. Tra i temi trattati, vi è stata la formazione di Commissioni di lavoro e la proposta di un responsabile per ogni commissione. La Commissione Scuola sarà la plenaria del Comites stesso; la complessità delle questioni legate alla Scuola e ai corsi di lingua e cultura rende necessario monitorarne continuamente le varie problematiche, soprattutto a seguito dei tagli delle nove cattedre dei supplenti ministeriali e degli insufficienti contributi ministeriali per il CASLI. Dopo le ferie estive, sarà organizzato un incontro con tutti i responsabili scolastici della Circoscrizione per conoscere le loro problematiche e le loro indicazioni per sostenere e rafforzare il sistema scolastico italiano.

I responsabili delle diverse Commissioni saranno nominati subito dopo l’incontro programmato tra i capilista delle quattro liste che si sono presentate alle votazioni per il Comites di Zurigo assieme al Presidente eletto. Dopo un’aspra campagna elettorale, a volte anche fuori dalle righe, si vuole fare un incontro di carattere politico per cercare di trovare delle linee programmatiche condivise. Il COMITES non ha risorse economiche da gestire, ma solo le risorse umane dei propri componenti che mettono, gratuitamente, a disposizione della comunità le proprie capacità e competenze specifiche.

Viene evidenziata l’importanza della Commissione che si occuperà dei rapporti con le istituzioni e gli organismi svizzeri della nostra Circoscrizione Consolare di Zurigo, dove sono iscritti ben 200.726 italiani: 144.517 di competenza del Comites di Zurigo e 56.209 di quello di San Gallo. La maggioranza, ca. il 60%, della presenza italiana in Svizzera non è immigrata, è nata in questo Paese, inoltre, oltre il 50% degli italiani ha anche la cittadinanza svizzera.

Il tema del rinnovo del CGIE ha suscitato molto interesse. Il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero è un organismo di rappresentanza, espressione dei Comites e delle Associazioni italiane presenti nel mondo. Esso è un organo di consulenza del Governo e del Parlamento su grandi temi di interesse per gli italiani all’Estero.  Le prossime elezioni avranno luogo il 26 settembre. La comunità italiana in Svizzera sarà rappresentata da 6 Consiglieri.

Si è inoltre parlato dei servizi consolari e della difficoltà che i Consolati stanno attraversando a causa dei tagli sul personale. Il Console Generale di Zurigo, avanzerà la richiesta di 10 dipendenti in più, in modo da poter garantire il funzionamento di tutti i servizi. Il Consolato di Zurigo è uno dei più importanti al mondo, con una presenza d’italiani pari a una città media italiana.

La comunicazione ed il metodo per veicolare le informazioni in modo da raggiungere il maggior numero di connazionali, sono gli obiettivi principali prefissati da questo Comites. Su questo ultimo punto i membri hanno chiuso la serata soddisfatti per il lavoro proficuo della seduta e con la volontà di collaborare congiuntamente.