Il futuro del centrodestra si chiama Berlusconi. Ma Salvini non ci sta

Matteo Salvini nelle scorse settimane aveva aperto a una alleanza con Forza Italia e persino alla possibilità di un ritorno di Silvio Berlusconi in prima linea. Almeno, così era parso un po’ a tutti. Invece ora il leader della Lega mette i puntini sulle i: Berlusconi candidato premier? “Non lo appoggerei”, dice, perché “guardo avanti e penso alle primarie”. E nulla è più come prima.

Il dibattito che ruota intorno al futuro del centrodestra è accesissimo. Forza Italia e Lega continuano ad annusarsi, a studiarsi. Presto Salvini incontrerà il Cavaliere, anche se al momento non c’è nulla in agenda. Così come Salvini spiega di non avere mai pensato a un partito unico, quindi a una fusione tra Fi e Carroccio. Con Silvio si parlerà solo di amministrative, spiega il Matteo padano, “dove possibile concorderemo candidati e prepareremo un’alleanza se possibile per mandare a casa Renzi”. Alleanza con Ncd? Ovviamente non se ne parla nemmeno, perché “chi governa con Renzi non è possibile sia alleato con la Lega”.

Intanto gli azzurri si fanno sentire. Francesco Giro, senatore di Forza Italia e responsabile dei Dipartimenti azzurri, afferma: “Salvini è troppo intelligente per non sapere che nel futuro del centrodestra c’è ancora Berlusconi". E ancora: "Berlusconi, il centrodestra italiano moderno come lo conosciamo oggi, anche con l’accordo organico con la Lega, lo ha fondato. Punto. E sarà Berlusconi a ispirarne visione e strategie. Se le primarie verranno usate per delegittimare una leadership, saranno una inutile liturgia senza anima e senza carisma".

Umberto Bossi da animale politico qual è, quanto allo stop di Salvini che ha messo il veto su Berlusconi candidato premier, ragiona così: “Sarà la realtà a dire come stanno le cose, e la realtà sono i programmi. Io gli accordi li ho sempre fatti sui programmi". Salvini sarebbe in grado di guidare un partito che raccolga tutto il centrodestra? "Questo non lo so, mi auguro di sì, però penso che Berlusconi non è che possa esiliarsi, deve star lì…".

Per Deborah Bergamini, responsabile Comunicazione di Forza Italia, "l’alleanza fra Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia ci sarà certamente. Ne avremo conferma alle prossime amministrative e sarà solo il punto di partenza in previsione delle elezioni politiche del 2018". Staremo a vedere.