Grillo al bambino di domani: M5S lavora per costruire un mondo migliore

La sua “lettera di Natale” Beppe Grillo la scrive a un bambino non ancora nato, ovvero “al piccolo italiano di domani”: è proprio per lui, per il bimbo che verrà, infatti, che “stiamo costruendo il futuro”, osserva il leader del Movimento 5 Stelle.

Al bambino italiano di domani, Grillo chiede: “Con che occhi ci vedrai? Come ci giudicherai tra venti o trent’anni, tu che sarai figlio di un altro tempo, non so se migliore o peggiore di questo? Non sarai tenero nei tuoi giudizi, lo so. Le figure sbiadite dei cosiddetti leader di oggi ti sembreranno macchiette, incidenti della Storia, persone senza alcuna visione che purtroppo hanno disegnato, come potrebbe solo un artista pazzo, il tuo presente".

“Noi, parlo anche a nome della comunità che si è raccolta intorno al M5S, mi permetto questa licenza che spero mi verrà perdonata, ti vogliamo bene, anche se non sappiamo chi sei, piccolo italiano di domani. Facciamo il possibile per regalarti un mondo un po’ migliore di quello in cui viviamo, che spesso ci fa orrore. Tu sarai il nostro giudice. Sii clemente. Un Buon Natale dal passato – conclude Grillo – con l’augurio di anni meravigliosi per te, per l’Italia e per il mondo".