Governo, così Renzi sollecita i selfie dai cantieri

"Caro collega. Non voglio stressarti troppo ma il nostro Presidente Renzi, pur essendo negli Stati Uniti, ci sollecita la campagna ‘selfie’ dai cantieri. La gentilezza, che Ti chiediamo, e’ di inviare entro domani 24 settembre, alla segreteria della struttura, non semplici foto del cantiere, ma selfie con operai, tecnici, capi cantieri a Tua scelta in primo piano, e sullo sfondo il cantiere. Ti chiedo inoltre, di specificare il nome e la durata del cantiere, importo totale della spesa e tipo di intervento. Ti ringraziamo per la collaborazione". E’ la mail partita da Palazzo Chigi, come riferisce il Fatto Quotidiano, per invitare i responsabili dei cantieri contro il dissesto idrogeologico e per la messa in sicurezza a dare conto con i selfie dello stato di avanzamento dell’opera.

La mail e’ stata inviata agli enti locali dai vertici della struttura "contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle strutture idriche", coordinata da Erasmo De Angelis e Mauro Grassi. Renzi a piu’ riprese aveva invitato a fare della campagna #italiasicura una campagna sull’Italia che si rimette in moto. "E’ l’orgoglio operaio- ha spiegato il coordinatore della struttura Erasmo De Angelis al Fatto Quotidiano- Questo e’ un tema impopolare. Non vedrai mai i sindacati combattere sullo stato idrogeologico. Noi per la prima volta nella storia diamo un po’ di orgoglio a queste persone che mettono in sicurezza il Paese. L’idea e’ quella di mettere al centro il lavoro degli addetti ai cantieri che fra diretti e indiretti sono circa 30mila".