Governo, Alfano: avanti fino al 2018

Il governo "arriverà fino al 2018. Perché proprio questo stillicidio, paradossalmente, potrà produrre il risultato di serrare le file nella maggioranza". Lo afferma il ministro dell’Interno e leader Ncd in una intervista al Corriere della Sera parlando dei casi Azzolini e Castiglione.

"Il governo ha preso degli impegni e deve risponderne al Paese – prosegue -. Perciò dicevo che le difficoltà contingenti possono far serrare le file della maggioranza. Ci sono opportunità e problemi da risolvere. Penso al nodo delle unioni civili, su cui abbiamo posizioni ancora distanti. Ma penso soprattutto alle priorità sociali ed economiche: immigrazione e Sud devono diventare temi strategici nell’agenda di governo ".

"Rifiuto la teoria del complotto. Anche perché il senso di nausea che queste inchieste provocano sta alimentando il voto di reazione". E ribadisce in un colloquio con il Messaggero: "Abbiamo un lavoro da completare", "iI governo deve andare avanti fino al 2018 e non possiamo interrompere un lavoro che ha come obiettivo quello di agganciare la ripresa e restituire speranza all’Italia dopo una lunga crisi economica. E dobbiamo realizzare le riforme che abbiamo sempre considerato importantissime, dando al Paese di fatto dopo la legge elettorale una nuova forma di Stato".