Farnesina, Moavero: “La corruzione è una malattia di sistema, va estirpata”

"La corruzione è una nemica della Repubblica", ha proseguito Moavero citando un passo di un discorso del presidente Sandro Pertini nel 1979. "Deturpa il mercato e ha danni diretti sull'economia"

Il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi, nel suo saluto di apertura della Giornata Internazionale Anticorruzione alla Farnesina, ha detto che la corruzione “e’ una malattia di sistema”, una “tristissima realtà” che va “estirpata”.

All’estero “c’è un’immagine stereotipata” che abbina l’Italia alla corruzione “ed è una idea che purtroppo ci accompagna”, ha sottolineato il ministro, ricordando i “passi avanti” che ha fatto il Paese sul fronte della lotta all’illegalità.

“La corruzione è una nemica della Repubblica”, ha proseguito Moavero citando un passo di un discorso del presidente Sandro Pertini nel 1979. “Deturpa il mercato e ha danni diretti sull’economia”, ha denunciato ancora il titolare della Farnesina, ricordando il peso residuo sui conti italiani della fase ’80-’90 del Paese culminata nell’inchiesta ‘Tangentopoli’.

A proposito di legge di bilancio: c’è “ottimismo” sull’esito delle trattative tra il governo italiano e l’Unione europea sulla Legge di bilancio, ha dichiarato Moavero a margine dei lavori della Giornata internazionale anticorruzione. “Si sta lavorando sul terreno per cercare di evitare al paese una procedura d’infrazione e, nel frattempo, dare all’Italia una manovra economica che possa consentirle di fare il salto di qualità”, ha aggiunto il capo della diplomazia italiana.