Cuba, a L’Avana tutto pronto per la visita di Papa Francesco

Un’Avana piena di fascino, come lo e’ sempre, si e’ in questi giorni abbellita ancora di piu’. Domani arriva il Papa e la capitale di Cuba e’ pronta all’incontro, dal noto ‘malecon’ (lungomare) fino alla ‘Plaza de la Revolucion’. Il percorso in programma fino al centro dell’Avana subito dopo l’arrivo di papa ‘Francisco’ all’aeroporto ‘Jose’ Marti” si snoda lungo un totale di 18 chilometri.

Da giorni son stati collocati grandi cartelli d’accoglienza con delle colorite immagini di Jorge Mario Bergoglio. E molte strade e ‘avenidas’, oltre che la piazza della Cattedrale, sono state al centro di lavori e decorate proprio in occasione di quella che e’ una visita storica. Anche se l’itinerario non e’ ancora stato indicato in dettaglio dalle autorita’, e’ certo che il corteo papale seguira’ 12 chilometri di strade dallo scalo fino ad alcuni dei punti piu’ noti della citta’, tra i quali appunto la Piazza della Rivoluzione: il luogo dove domenica Bergoglio dara’ messa all’ombra delle gigantesche immagini di due dei protagonisti della rivoluzione del 1959, Camilo Cienfuegos, e un connazionale del Papa argentino, e cioe’ Ernesto ‘Che’ Guevara.

In occasione della visita, sulla piazza e’ stato d’altra parte allestito un gigantesco telo con l’immagine di Cristo che copre la facciata della sede della ‘Biblioteca Nacional’. Lunedi’, Bergoglio sara’ a Holguin, la provincia dove si trova Biran, luogo di nascita del ‘lider maximo’ Fidel Castro e del presidente Raul. All’epoca, questa piccola localita’ faceva parte della ‘gran provincia’ di Oriente, una delle sei entita’ territoriale nelle quali era suddiviso il paese. Il Papa avra’ quindi un altro dei tanti bagni di folla che l’accompagneranno sia a Cuba sia negli Usa nella piazza che ricorda l’eroe dell’indipendenza cubana ‘Mayor General Calixto Garcia Oniguez’.

Martedi’ Bergoglio sara’ invece a Santiago, considerata la ‘culla della rivoluzione’ e la principale citta’ della omonima provincia (seconda del paese per importanza economica). Il Papa avra’ quindi modo di vedere da vicino la citta’ dove nel 1522 e’ stata costruita la prima cattedrale di Cuba, poi scomparsa a causa del trascorso del tempo, gli incendi, gli uragani e i terremoti. Nel 1922 e’ stata costruita una quarta versione della ‘Catedral’ di Santiago, che includono i lavori di ristrutturazione avviati ormai due anni e mezzo fa su cupolone della cattedrale. Presso il celebre santuario della Vergine del Cobre, nota da tutti nell’isola come ‘Cachita’, il Papa avra’ d’altra parte modo di osservare la Sierra Maestra, scenario della lotta ‘revolucionaria’ che il 1/o gennaio del ’59 porto’ al trionfo Fidel Castro.