Campania, De Luca potrà governare. Forza Italia: ‘Ora Silvio in Senato’

Foto Roberto Monaldo / LaPresse02-10-2013 RomaPoliticaSenato - Fiducia al governo LettaNella foto Silvio BerlusconiPhoto Roberto Monaldo / LaPresse02-10-2013 Rome (Italy)Senate - Vote of confidence Letta GovernmentIn the photo Silvio Berlusconi

Vincenzo De Luca potrà governare. Il Tribunale di Napoli ha accolto il ricorso d’urgenza presentato dal governatore eletto della Campania e sospeso per effetto della Legge Severino. Ora De Luca potrà partecipare al primo Consiglio – che era stato rinviato – e nominare la nuova Giunta. Il Tribunale dovrà poi decidere nel merito della vicenda, ma intanto è polemica. Perché ricordiamo che la Severino è la stessa legge per cui Silvio Berlusconi è stato cacciato dal Senato.

I legali del Cavaliere, Franco Coppi, Piero Longo e Niccolò Ghedini, in una nota congiunta scrivono: “Sono quasi due anni che inascoltati sosteniamo, con l’appoggio di plurimi pareri di costituzionalisti, la assoluta inapplicabilità della legge Severino ai fatti precedenti, per il fondamentale principio di irretroattività. Finalmente alcune decisioni stanno riconoscendo la evidente correttezza di questa impostazione confermando l’erroneità della statuizione del Senato che ha dichiarato la decadenza del Presidente Berlusconi”.

“In attesa delle decisioni della CEDU e della Corte Costituzionale che anche alla luce dei recenti provvedimenti non potranno che riconoscerne la non rispondenza ai principi fondamentali, si dovrebbe dare atto – concludono gli avvocati – che nei confronti del presidente Berlusconi e’ stata commessa una straordinaria e gravissima ingiustizia per eliminarlo strumentalmente dalla vita politica del paese".

"La riabilitazione di De Luca da parte della giustizia italiana è arrivata in un battibaleno, mentre per Silvio Berlusconi il calvario giudiziario è stato infinito", afferma la deputata di Fi Daniela Santanché. Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera: “Dopo la decisione del Tribunale di Napoli il caos Campania, comunque, continua perche’ la vicenda non e’ affatto conclusa. Ma soprattutto e’ morta la Severino. Possibile che sia solo Berlusconi a pagare? E tutti gli altri, soprattutto del Partito Democratico, a essere salvati?". Anna Maria Bernini, vice presidente vicario di Forza Italia a Palazzo Madama, taglia corto: “Ora Berlusconi deve tornare in Senato”.

Intanto il presidente dell’Autorita’ anticorruzione, Raffaele Cantone, spiega che a tre anni dall’entrata in vigore della legge Severino "si riscontrano ricorrenti problematiche e dubbi applicativi". Ci sono, rileva ancora, "criticità nella normativa che richiedono necessariamente interventi legislativi per consentire alle disposizioni una loro reale efficacia ed utilità".

COMPRAVENDITA SENATORI, BERLUSCONI ALLA GIUNTA: “ASCOLTATEMI” Silvio Berlusconi ha fatto richiesta alla Giunta per le autorizzazioni della Camera di essere ascoltato sulla vicenda della compravendita dei senatori sulla quale pende un giudizio in attesa di una decisione a breve da parte del tribunale di Napoli. Lo stesso leader di Forza Italia la scorsa settimana aveva presentato, firmandola di suo pugno, un’istanza di insindacabilità in merito alla stessa vicenda in cui, in sostanza, si chiedeva al Parlamento di dichiarare i fatti coperti da immunità parlamentare. La Giunta è stata convocata per mercoledì prossimo con all’ordine del giorno proprio la vicenda in cui è coinvolto Berlusconi. Per allora, la Giunta avrà indicato il relatore del caso.