Bpm, Corallo scarcerato: ottiene arresti domiciliari

Francesco Corallo, il ‘re delle slot machine’, costituitosi nei giorni scorsi dopo una lunga latitanza trascorsa a Santo Domingo, è stato scarcerato ed ha ottenuto gli arresti domiciliari. Accusato di associazione per delinquere, si era costituito lo scorso 4 agosto.

Nei confronti di Corallo, titolare della societa’ Atlantis/B-plus, nel maggio 2012 un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Milano su presunti finanziamenti illeciti concessi dalla Bpm, quando era guidata da Massimo Ponzellini.

La scarcerazione e’ stata decisa dal gip di Milano Cristina Di Censo. Il giudice gli ha concesso gli arresti domiciliari, anche se il pm di Milano Roberto Pellicano aveva dato parere contrario alla richiesta di scarcerazione della difesa.