Ungaro (Pd), “governo boccia emendamento sgravi fiscali per controesodo”

“Come sempre lo slogan salviniano ‘prima gli italiani’ è solo propaganda e non produce effetti concreti per il Paese”

“Il Governo Salvini-Di Maio, chiudendo in V Commissione Bilancio a Montecitorio l’esame della manovra per il 2019, ha bocciato l’emendamento “cervelli-cuori e braccia” che proponevo assieme a tutto il Gruppo PD alla Camera e che voleva estendere e rafforzare gli sgravi fiscali per gli italiani che decidono di ritornare a casa, acquistare un’abitazione, costruire una famiglia; concorrendo così allo sviluppo sociale ed economico del nostro Paese”. Lo afferma l’On. Massimo Ungaro, deputato del PD eletto nella circoscrizione Europa.

“Come sempre – prosegue il deputato dem – lo slogan salviniano ‘prima gli italiani’ è solo propaganda e non produce effetti concreti per il Paese. Questa era anche una buona occasione per migliorare una manovra sbagliata e ingiusta. Lo ripresenterò al DL Fiscale attualmente in sede referente alla VI Commissione Finanze, di cui sono componente”, conclude Ungaro.