Ue, Brunetta (Fi): cara Merkel, gli 80 euro dovevi darli tu

"Se ad Angela Merkel il presidente del Consiglio italiano piace tanto, allora, perché per la politica economica tedesca non prende spunto proprio dalle prime misure prese da Renzi in campo economico? Per esempio, gli 80 euro al mese in busta paga?". Lo scrive Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, in un editoriale pubblicato da "Il Giornale".

"L’idea ha un suo fondamento economico, nonché solide motivazioni, che potremmo definire ‘storiche’, riconducibili tanto ai Trattati europei (in particolare il Six Pack e il Fiscal Compact) quanto ai rapporti Germania-Stati Uniti" sottolinea l’ex ministro.

"Piuttosto che dilaniarci nel dilemma flessibilità sì – flessibilità no; flessibilità come – flessibilità quando, con relativi botta e risposta, abbiamo visto, Germania – Italia, quel che serve oggi in Europa è la reflazione, vale a dire un aumento della domanda interna, quindi dei consumi, degli investimenti, dei salari, delle importazioni e, di conseguenza, della crescita, in Germania e, contestualmente, negli altri paesi", conclude Brunetta.