Taverna (M5S), “Salvini? Deve garantirsi il 17% parlando di immigrati”

“Vuole farli morire in mezzo al mare, vuole mettere a tutti un’arma in mano. Beh, signori, questa è la Lega”

Paola Taverna, senatrice del Movimento Cinque Stelle, è intervenuta questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus. Sulle primarie del Partito Democratico: “Bisogna vedere i votanti se vengono conteggiati prima del ventotto febbraio o dopo. Leggevo di questo proliferare di tessere, i voti ora sembrano a favore dell’ex Premier, ma d’altronde il Pd è il Partito di Renzi, gli oppositori sono andati tutti via, è scontato che avesse un ampio consenso. Nonostante questo è stato costretto dal 2013 ad oggi a ricorrere a delle tessere post scadenza per garantirsi comunque un’affluenza degna, mi sembra che al 28 febbraio erano 300.000 iscritti e sono diventati magicamente 450. La cosa che deve far riflettere, comunque, è che Renzi detti ancora la linea politica dell’Italia. Primarie dopate? Il tesseramento doveva terminare il 28 febbraio, poi sono arrivate delle deroghe…Vabè ma il Pd non è nuovo a queste cose…Già in passato vennero fuori degli scandali inimmaginabili. Il Pd occupa abusivamente il Governo, è tutto così svilente, anche negli attacchi che fanno a noi…Il Pd non parla mai di sé stesso, critica sempre noi. Sono schizofrenici, c’è uno stallo all’interno del Parlamento che è impressionante. Sono imbarazzanti, tutta la politica italiana lo è, stanno facendo un vero e proprio affronto alle persone. Sono degli irresponsabili, stanno litigando perché non vogliono dar vita a politiche impopolari e stanno facendo correre al Paese il rischio che a 3 miliardi e mezzo se ne possano aggiungere altri. L’Europa ci chiederà conto di questo. Abbiamo un altro anno, perché tanto questi la poltroncina prima di un altro anno non la muovono e intanto il Paese continua ad andare a picco. In mano a queste persone non abbiamo alcuna prospettiva”.

Sul Tap: “Un tubo per i gas? Il mondo sta andando in un’altra direzione, queste persone pur di garantirsi dei piccoli privilegi ci stanno lasciando morire. Ormai le energie sono rinnovabili, sono state inventate le finestre che possono il telaio in un condotto per l’energia, ci sono i pannelli solari, non si parla di petrolio, non si parla di carbone, il mondo è un’altra cosa”.

Su Salvini: “Non me lo nominate Salvini dai, che devo sentire Radio Padania? Ha detto che siamo il Movimento Cinque Bufale? Andiamo oltre, deve garantirsi il 17 % parlando di immigrati che vuole far morire in mezzo al male, parlando del fatto che vuole mettere a tutti un’arma in mano, ora non fateci i titoli perché di questo bisognerebbe parlare in modo approfondito, ma in fin dei conti è questa la Lega, hanno votato insieme al Pd per salvare Minzolini. Ormai parlano di un Movimento che dialoga con tutti, che ha parlato con Emiliano, che fa l’occhiolino a Salvini, che fa l’apertura al Pd, il giorno in cui diranno che abbiamo aperto a Forza Italia mi butto per terra e rido per due ore. Emiliano? Deve decidere cosa vuole fare nella sua vita politica, a noi comunque non interessa nessuna alleanza”.

Su Maria Elena Boschi: “E’ tornata in tv a dire che non dà i sessanta milioni che spettano a Torino. Ha detto ‘no, i sessanta milioni a Torino non glieli dò, perché sono brutti e cattivi’. A che titolo può dire questo? Ce li deve dare e credo che glieli darà, Chiara Appendino è una donna molto determinata che vuole il bene della propria città”: