Stamina, al via il processo: Vannoni tra i 13 imputati

Il presidente di Stamina Foundation, Davide Vannoni, davanti la sede dell'Istituto Superiore di Sanità a Roma, 12 luglio 2013. ANSA / ETTORE FERRARI

Si e’ aperta a Torino l’udienza preliminare del processo Stamina. Davanti al gup Giorgio Potito sono comparsi 13 imputati, tra cui il patron della Stamina Foundation Davide Vannoni, con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla truffa, esercizio abusivo della professione medica e violazione delle norme sulla privacy. L’inchiesta e’ stata condotta dal pm Raffaele Guariniello. Nell’udienza di stamattina e’ prevista la costituzione delle parti civili, che potrebbero essere un centinaio.

Anche alcune famiglie dei pazienti in cura con il metodo Stamina agli Spedali Civili di Brescia intendono costituirsi parte civile nel processo di cui si celebra oggi a Torino l’udienza preliminare. La loro posizione, precisano in una nota, non e’ contro Stamina: con questa azione le famiglie intendono infatti "ribadire i diritti calpestati dei malati e chiamare in causa, quale responsabile civile, l’azienda Ospedaliera di Brescia affinche’ risponda del comportamento tenuto nella vicenda". "Ad oggi, con oltre 400 infusioni, non si sono avuti effetti collaterali, ma quasi tutti i pazienti hanno avuto significativi miglioramenti", sostengono le famiglie, secondo cui "il sequestro delle cellule e’ avvenuto per impedire l’applicazione di una legge italiana, la Balduzzi, e quindi contro i diritti dei malati e di ogni cittadino italiano".

L’udienza preliminare del processo Stamina si e’ chiusa stamattina con 30 richieste di costituzione a parte civile, sulle circa cento ipotizzate dall’accusa. Tra loro alcuni pazienti, gli Spedali Civili di Brescia, la Regione Lombardia, l’Ordine dei medici di Torino, Medicina democratica, alcune associazioni di consumatori. L’udienza e’ stata aggiornata al prossimo 15 novembre. Il pm Raffaele Guariniello ha annunciato che parlera’ il 7 gennaio. Prima dell’udienza il pm Raffaele Guariniello ha depositato due faldoni contenenti un supplemento di indagine svolto dai carabinieri del Nas di Torino dopo la richiesta di rinvio a giudizio per gli imputati. Vi sono compresi nuove dichiarazioni di indagati che si sono presentati spontaneamente in procura e altri atti.

"Questa udienza preliminare sara’ molto importante per capire le ragioni degli imputati". Lo ha dichiarato il pm Raffaele Guariniello all’uscita dall’aula in cui si e’ svolta l’udienza preliminare del processo Stamina. "La costituzione delle parti civili – ha aggiunto – era prevedibile. Sara’ un’udienza particolarmente intensa. Abbiamo un ottimo giudice, ottimi avvocati e spero di essere un pubblico ministero adeguato".