SARDEGNA | Arzachena, in Costa Smeralda si va in spiaggia con l’app anti-folla

“Per decidere se andare alla spiaggia di Liscia Ruia piuttosto che a quella del Pevero in base alle presenze in loco semplicemente consultando la app"

Ad Arzachena, il Comune del Nord Sardegna in cui ricade la Costa Smeralda, l’estate al mare ai tempi del Covid-19 potrebbe essere ‘disciplinata’ da una app.

Il sindaco Roberto Raghedda, che amministra un territorio con un litorale di ben 88 chilometri, spiega: “Stiamo mettendo a punto un nuovo modello di accessibilita’ alle spiagge libere tramite un’applicazione scaricabile su smartphone e tablet”.

“Non si tratta di una app di prenotazione di posti, ne’ tantomeno di fissare un numero chiuso. Piuttosto – prosegue – parliamo di un metodo dinamico di monitoraggio dei litorali che offre una funzionalita’ a residenti e turisti per decidere, ad esempio, se andare alla spiaggia di Liscia Ruia piuttosto che a quella del Pevero in base alle presenze in loco semplicemente consultando la app”.