Roma, controlli a stazione Termini: altri 9 arresti, tutti stranieri

Proseguono i servizi di controllo del territorio dei carabinieri di Roma nell’area dello scalo ferroviario Termini. Nella sola giornata di ieri, il bilancio dei carabinieri è di 9 persone arrestate. Il primo a finire in manette è stato un cittadino della Libia, di 32 anni, senza fissa dimora, bloccato in piazza dei Cinquecento dopo che – riferiscono i militari – aveva venduto un grammo di marijuana ad un giovane acquirente che è stato segnalato. Sequestrati complessivamente sei grammi di marijuana e 25 euro in contanti.

Poco dopo, è stata la volta di una diciannovenne nomade, arrestata all’interno della stazione metropolitana Termini dopo aver sfilato il portafogli con 100 euro ad un turista olandese. Cinque cittadini romeni, di età compresa tra 24 ed i 43 anni, perlopiù già noti alle forze dell’ordine, sono stati fermati in piazza dei Cinquecento dopo aver rubato il portafogli con 270 euro ad un turista tedesco. Infine, due cittadine romene, di 18 e 25 anni, con precedenti, sono state arrestate dai carabinieri, sempre in piazza dei Cinquecento, dopo essere riuscite a impossessarsi del tablet di una turista australiana.

Tutti gli arrestati sono stati accompagnati in caserma, in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo previsto questa mattina a piazzale Clodio. Dovranno rispondere, a vario titolo, di furto aggravato, spaccio e detenzione di stupefacenti. La refurtiva recuperata dai carabinieri è stata riconsegnata ai legittimi proprietari.