Roma 2024, Marino: ‘Olimpiadi sfida da vincere per la nostra città’

Lo scandalo legato a Mafia Capitale? Non ha nessuna conseguenza sull’immagine di Roma all’estero. Ne è convinto il sindaco della capitale d’Italia, Ignazio Marino: i giornali stranieri, spiega, "stanno guardando positivamente la determinazione che abbiamo nel voler fare pulizia rispetto alle abitudini che avevamo in passato". "C’è un interesse da parte dei quotidiani stranieri nei nostri confronti – sottolinea Marino – perché abbiamo scoperchiato tanti pentoloni maleodoranti e aperto tanti armadi”.

Per quanto riguarda la partita olimpica, Marino ‘rifiuta’ l’etichetta di gladiatore romano: "Preferisco definirmi un professionista che vuole lavorare per vincere non per se stesso, ma per la propria città". "Roma sta cambiando, vuole ricucire le ferite del passato piuttosto che dedicarsi a opere faraoniche e lasciare debiti".

La Giunta del Coni ha approvato la delibera per la candidatura di Roma ai giochi del 2024. "Quella di oggi e’ una giornata storica perche’ il voto della Giunta esecutiva del Coni e’ altrettanto positivo di quello del 24 giugno scorso del Campidoglio. Un indice molto chiaro che bisogna percorrere questa magnifica sfida".

"Per una citta’ come Roma – ha aggiunto Marino – le Olimpiadi sono anche una sfida urbanistica e di trasporto. Sono una sfida, un momento di straordinaria spinta, in cui noi italiani riusciamo a dare il meglio di noi stessi nel confronto di altre citta’. Sono certo che, tenendo conto anche di qualche errore che e’ stato fatto in occasione di alcuni eventi, possiamo vincere la sfida e tornare ad avere le Olimpiadi dopo tanti anni".

"Le Olimpiadi costituiscono un elemento di straordinaria spinta. Lo dico da italiano, noi rispetto agli appuntamenti e alle sfide riusciamo a dare il meglio di noi stessi". "Una sfida – spiega il primo cittadino della capitale – che ci mettera’ in gara con lealta’, competenza, tenacia, rispetto a quello che potranno offrire altri paesi e citta’. Lo dico francamente, sono certo che con una squadra forte e coesa, possiamo vincere. Possiamo vincere rispetto a tanti altri paesi e farlo con l’orgoglio di riportare le Olimpiadi nella nostra capitale".