Regione Lazio, Santori (Fdi): Esentare auto e moto storiche da blocchi circolazione

“Il governo Renzi ha introdotto un’ennesima gabella relativo al bollo per le auto ultraventennali fino a trent’anni che prima era gratuito. Poi i blocchi del traffico”

“Esentare dal blocco del traffico le automobili e moto storiche, è l’impegno che il consiglio regionale del Lazio ha recepito approvando un mio ordine del giorno”. È quanto dichiara Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia.

“Questi mezzi – spiega Santori -, che rappresentano la memoria storica del nostro Paese incarnandone esempi di industrializzazione, alta tecnologia e design per l’epoca di produzione, oggi rientrano nei blocchi alla circolazione programmati da molte amministrazioni comunali.

In realtà, il loro impiego è di pochissimi chilometri l’anno, del tutto irrilevanti per l’impatto ambientale che si vuole limitare con i blocchi del traffico.

Il governo Renzi ha introdotto un’ennesima gabella relativo al bollo per le auto ultraventennali fino a trent’anni che prima era gratuito. Poi i blocchi del traffico. Un attacco costante a un settore che si sta svendendo all’estero perché l’Italia non è stata in grado di rilanciarlo.

Questa realtà vanta tantissimi appassionati che si rivolgono ad un indotto, meccanici, carrozzieri e altri artigiani, che lavora molto con il mondo della storicità automobilistica”.

“Ora – conclude Santori -, attendiamo che Zingaretti solleciti i comuni del Lazio, soprattutto Roma Capitale, a esentare moto e auto storiche dalle giornate di stop alla circolazione, permettendo di fare conoscere e apprezzare sempre più queste bellezze italiane ai cittadini, per rilanciare il turismo della Regione e per dare respiro a tanti artigiani”.