Regali di Natale? Siano utili e non troppi: parla l’esperto

Attendere il Natale prima di dare i regali ai bambini. È questa la prima delle cinque regole che Federico Bianchi di Castelbianco, psicoterapeuta dell’eta’ evolutiva e direttore dell’Istituto di Ortofonologia di Roma, da’ a tutti i genitori. "Sotto l’albero deve esserci solo un regalo importante – prosegue l’esperto – e lo devono aver comprato i genitori sulla base dei desideri espressi dai loro figli. Se i parenti poi vogliono comprare qualcosa, cortesemente si orientassero verso doni utili".

Come quarta regole Castelbianco consiglia di "evitare di fare montagne di regali sotto l’albero perche’ i bambini si stufano dopo aver scartato sette o otto pacchi, provocando un grande disappunto da parte dei genitori". Ma il Natale e’ la festivita’ in cui ci si ritrova in famiglia e si rinvigoriscono gli affetti, cosi’ lo psicoterapeuta propone la sua ultima regola: "Il padre deve preparare una lettera indirizzata a ogni singolo figlio in cui scrive: ‘Tesoro, il papa’ ti regala due ore a settimana da trascorrere insieme, solo noi due, per conoscerci meglio’".

Sull’utilita’ dei doni, infine Castelbianco ricorda: "I giochi che vengono regalati ai bambini se sono in sintonia con i loro desideri facilmente verranno sfruttati. Ovviamente se si tratta di un regalo di tipo elettronico – precisa lo psicoterapeuta dell’eta’ evolutiva – i genitori dovranno dare al figlio un limite temporale per l’uso quotidiano, evitando che resti 3 o 4 ore al giorno attaccato al videogioco. I genitori non devono temere che il loro figlio si possa annoiare – aggiunge – perche’ spesso, pur sapendo che ha tanti giochi, si preoccupano e cercano di occuparlo. Questo non va fatto – conclude l’esperto – il piccolo deve viversi la noia e trovare lui stesso una soluzione per superarla".