Media sondaggi Termometro Politico: M5S in crescita, Italia Viva punita dagli elettori

La settimana dal 17 al 23 gennaio mette a confronto le rilevazioni di 7 istituti: Bidimedia, Tecné, Demopolis, SWG, Euromedia Research, Index Research e Ipsos

Palazzo Montecitorio, sede del Parlamento italiano

M5S in crescita, Italia Viva punita dagli elettori. Questi in sintesi i dati dell’ultima media sondaggi elaborata da Termometro Politico. L’apertura della crisi da parte di Italia Viva, con il ritiro della propria delegazione dal Governo Conte II, provoca i primi effetti sulle intenzioni di voto pubblicate nel corso della settimana soprattutto all’interno dell’ex maggioranza. Il centrodestra è invece complessivamente stabile, con in particolare la Lega che non evidenzia un trend coerente fra i diversi sondaggi. La forza politica di Matteo Salvini resta primo partito con un dato medio del 23,4%.

Nella media settimanale il Partito Democratico viene accreditato al 20,3%, con un distacco di circa tre punti percentuali dalla Lega, mentre il Movimento 5 Stelle mette d’accordo i diversi istituti nel segnalare una leggera crescita rispetto alle proprie precedenti rilevazioni e si attesta al 14,6%.

Il terzo partito nelle intenzioni di voto è però stabilmente Fratelli d’Italia, che raggiunge questa settimana il 16,5%, quasi due punti percentuali in più dei pentastellati. Sempre nel centrodestra è positiva la tendenza in 5 dei 7 sondaggi per Forza Italia, accreditata del 7,8%.

L’altro trend coerente nei dati dei diversi istituti è quello riguardante Italia Viva con una flessione di alcuni decimali che inchioda la formazione di Matteo Renzi al 2,8% nella media settimanale. Fra le altre forze minori, Azione di Carlo Calenda si attesta al 3,5% mentre Sinistra/LeU è al 3,3%. Infine, +Europa non va oltre il 2% con tutte le altre forze politiche che restano sotto tale soglia.