Manganelliamo italiani per far spazio agli immigrati, un mondo al contrario – di Fabrizio Santori

Buone vacanze Amici, buone vacanze a Voi che date un senso alla mia attività, Voi che mi date l’onore di cavalcare le Vostre battaglie e farmi portavoce dei Vostri diritti

Gentile amica e caro amico,

     poche righe in questa torrida estate già inoltrata, destinate a Te che sei in ferie, a chi già ne ha approfittato e anche a chi resterà invece a Roma, magari godendosela di più (nonostante il sindaco Marino, resta sempre la città più bella del mondo!). E’ certo che molti non partiranno perché non possono, tra lavoro che manca e tasse sempre più salate e il pensiero maggiore va proprio a loro, affinché non si perda mai la speranza ma neanche la volontà e la concretezza di risollevare la nostra Nazione.

LA NOSTRA ITALIA – Un’Italia, una Roma che vanno sempre più al contrario: manganelliamo italiani per far spazio ai rifugiati. E’ quanto accaduto a Casale San Nicola, nei pressi de La Storta, ma se ci pensi bene è la rappresentazione più desolante dell’azione politica di questi ultimi anni. Italiani in serie B e sempre dietro ad alcune categorie privilegiate, in primis nomadi e immigrati. Nessun razzismo ma la triste realtà sociale di chi con immigrazione e nomadi fa soldi, fa business solidarietà, fa radical-chic…

Giovani italiani che se ne vanno quindi a trovar fortuna all’estero e tanti, tantissimi, troppi immigrati che arrivano: la teoria della “sostituzione dei popoli” sembra realizzarsi insesorabilmente e così lasceremo l’Italia ad altri, non italiani…

LA SANITA’ – In queste settimane comunque la mia attività di denuncia della sanità Malata è andata avanti senza sosta. Ho avuto modo di visitare il pronto soccorso di Anzio e Nettuno e le relative gravissime carenze per i cittadini del litorale sud di Roma, di denunciare il tentativo di smantellamento del Pronto intervento di Ladispoli e in ultimo le decisioni assunte su Colleferro e Palestrina che stanno devastando dal punto di vista sanitario un intero territorio. A settembre sarà la volta anche di scoperchiare il flop delle case della Salute…

MAFIA CAPITALE: Intanto in Consiglio Regionale il centrosinistra fugge andando in ferie anticipate, rimandando a data da destinarsi i bluff della banda Zingaretti che vado denunciando, inascoltato, da mesi. Ora Marino e Zingaretti, dopo le dichiarazioni pesantissime del Ras delle cooperative Buzzi, sono con le spalle al muro e le mani alzate. Devono dimettersi e dire tutta la verità ai magistrati e ai cittadini di Roma e del Lazio. La sollevazione degli esponenti del Pd menzionati da Buzzi è la rivolta degli schiavi ordita nei confronti del padrone di Mafia Capitale e il tentativo del Pd capitolino di rinnegare la collusione con l’arcipelago delle cooperative coinvolte è patetico, considerato che le parole di Buzzi sono limpide e le circostanze ben descritte. Comunque non servono le accuse di Buzzi ad evidenziare come il Partito Democratico sia da sempre coinvolto strutturalmente in Mafia Capitale ed è stato proprio il sindaco Marino ad ammetterlo definendolo un sistema marcio. Già questo contesto giustifica la necessità di sciogliere Regione Lazio e Roma Capitale per riconsegnare la parola ai cittadini. Se poi aggiungiamo inettitudine e incapacità di governare della coppia Marino-Zingaretti il quadro assume contorni catastrofici per chi tenta di aggrapparsi alla poltrona senza giustificato motivo.

A DISPOSIZIONE – Sarò in ferie dall’8 agosto, ma la mia segreteria resta a disposizione. Potrai scrivermi per segnalare, denunciare, proporre anche in questi giorni di agosto su sanità e altri problemi dei vostri quartieri, ce la metterò tutta per leggere e rispondere…

DA SETTEMBRE: Progetti per il futuro? A settembre saranno attivi presso la Casa del Cittadino di Piazza Merolli 44 due nuovi servizi che ritengo utili e interessanti, dall’elevato valore simbolico ma anche pratico. Il primo riguarderà la questione del blocco delle rivalutazioni dei trattamenti pensionistici per gli anni 2012-13 dichiarati illegittimi dalla Suprema Corte (sentenza n. 70 del 10 marzo 2015 – Le pensioni interessate alla rivalutazioni risultano essere le seguenti: – per l’anno 2012 tutte quelle di importo pari o superiori a euro 1443,00 e inferiori a euro 2886,00; – per l’anno 2013 tutte quelle di importo pari o superiori a euro 1486,29 e inferiori a euro 2972,58). Gli interessati potranno effettuare presso i nostri uffici a partire dal prossimo mese di settembre una formale domanda di ricostituzione, successivamente, in caso di rigetto o di silenzio rifiuto da parte degli enti previdenziali, avvalendoci della consulenza di legali esperti nel settore, valuteremo eventuali azioni di contenzioso al fine di ottenere il pagamento delle intere somme arretrate spettanti (Non esitare a contattarci allo 06-6534609 dove troverai sicuramente una risposta alle tue esigenze).

Il secondo è la campagna MUTUO SICURO, uno sportello per la verifica della corretta applicazione del saggio di interesse e delle altre condizioni contrattuali relative a mutui o altri contratti bancari: avvalendosi anche qui di avvocati e consulenti specializzati nella materia verrà offerta ai cittadini interessati una analisi gratuita della propria posizione, al fine di calibrare l’opportunità di intentare una successiva azione legale.

Infine, stiamo lavorando per proporre in autunno una grande mobilitazione per Roma, per l’Italia, per il centrodestra, cui vorrei fossi protagonista anche Te. Naturalmente ti terrò prontamente aggiornato… Buona estate a Te!

*consigliere Regione Lazio