Mafia Capitale, Grillo: Orfini stia zitto, giochi alla Playstation

Beppe Grillo, leader del Movimento 5 Stelle, in un tweet scrive: "Orfini è bravissimo a giocare alla Play Station mentre la mafia si mangia Roma, ma quando si parla di cose serie dovrebbe stare zitto". Poi sul suo blog va all’attacco del presidente dem e commissario del Pd a Roma.

"Dalle indagini di Mafia Capitale emergono dei fatti – scrive il leader 5 Stelle – la criminalità organizzata usa esponenti del Pd per i suoi affari ed è preoccupata dall’ingresso del M5S nelle Istituzioni. Orfini, il presidente del Pd, ieri ha detto: ‘Al Movimento 5 Stelle, i cui principali esponenti sono gli idoli dei clan di Ostia… spiego e dico che non è un caso che si diventi idoli dei clan nel momento in cui si ha la stessa linea di quei clan, nel momento in cui si ha un leader che dice che la mafia non esiste e si chiede che Marino, cioè chi contrasta la criminalità vada a casa esattamente come vuole la criminalità”’.

Grillo avverte Orfini: “Mafia Capitale non è un videogioco, nè una serie tv". Segue "una piccola rassegna stampa per lui, da leggere tra una partita e l’altra", dove il leader 5 Stelle riporta alcuni stralci delle intercettazioni pubblicate sui giornali, compreso il passaggio in cui Carminati dice: ‘Grillo è riuscito a distruggere il Pd’. "E il Pd – chiosa Grillo – per il sistema criminoso ipotizzato dagli inquirenti, è fondamentale".