Legge Stabilità, M5S: per la casta marchette senza fine

"Cento persone assunte a tempo indeterminato senza concorso e per chiamata diretta. Due milioni all’Istituto italiano per gli studi storici e quello per gli studi filosofici di Napoli. Centoquaranta milioni per la metanizzazione, ma solo per i Comuni del Mezzogiorno". Lo denunciano i deputati del MoVimento 5 Stelle in commissione Bilancio a proposito di alcuni emendamenti passati in commissione dove si sta discutendo della legge di Stabilita’. "Mentre prosegue alacremente il lavoro dei lobbisti, in bella evidenza nell’anticamera della commissione – aggiungono – nella legge di Stabilita’ continuano le ‘marchette’ della casta nonostante la precedente denuncia del M5S e l’invito a mantenersi sui binari della legge di bilancio, senza concessioni localistiche o microsettoriali".