Italiani all’estero, connazionale ucciso a Londra: il corpo nel Regent’s canal

Il cadavere di un uomo è stato ritrovato nel Regent’s Canal, a Londra, il 24 settembre scorso. Il corpo era legato ad un carrello della spesa. Secondo quanto si apprende si tratta di un italiano, Sebastiano Magnanini, nato a Venezia nel 1969, residente da qualche mese nella capitale britannica. La polizia londinese ha pochi dubbi che si tratti di omicidio, l’autopsia dovrà adesso stabilire le cause della morte.

Magnanini era arrivato nel Regno Unito dopo aver viaggiato il mondo, in particolare tra Cambogia, Colombia e Thailandia.

Due giorni dopo il ritrovamento del corpo nel canale londinese, avvenuto giovedì mattina, la polizia aveva rivolto un appello chiedendo aiuto per riuscire ad identificare l’uomo di cui veniva fornita una descrizione, e in particolare dei diversi tatuaggi che aveva sul corpo, riferisce la stampa britannica.

La polizia – si legge sull’ItaloEuropeo, magazine online vicino alla comunità italiana a Londra – sta cercando di trovare aiuto tra gli italiani residenti nella capitale inglese. "Abbiamo bisogno di identificare quest’uomo per poi metterci in contatto con la sua famiglia e cominciare a capire che cosa sia successo – avevano detto dalla polizia – Chiunque riconosca la descrizione fornita o abbia visto quest’uomo nell’area di Muriel Street e Regent Canal per favore si metta in contatto con noi”.