Grecia, traghetto alla deriva: a bordo 450 persone

Incubo in mezzo all’Adriatico: un traghetto della compagnia italiana ‘Vismar di Navigazione’ con a bordo oltre 450 persone e’ in fiamme e alla deriva tra l’Albania e l’Italia dopo che un incendio sviluppatosi dal garage ha interessato diversi ponti della nave.

L’allarme e’ scattato nelle prime ore della mattina quando il traghetto si trovava ad una ventina di miglia dalle coste albanesi: le fiamme hanno cominciato a divorare tutto quel che incontravano sul loro percorso, costringendo il comandante a dichiarare l’abbandono della nave.

150 persone sono riuscite a mettersi in salvo a bordo delle scialuppe di salvataggio e successivamente sono stati trasferiti su un mercantile che si trovava nella zona e che ha raccolto l’allarme.

Immediati sono scattati i soccorsi: dalla Grecia e dall’Italia sono partiti elicotteri e motovedette e sulla zona dell’incidente sono stati dirottati almeno una mezza dozzina di navi civili. Le operazioni per evacuare le centinaia di persone a bordo, pero’, sono rese molto difficili dalle pessime condizioni meteo: sia i mezzi in mare, sia gli elicotteri della Marina e dell’Aeronautica oltre al mare forza otto, con onde di 5 metri, hanno trovato in zona un violento temporale e una visibilita’ e’ molto scarsa.

Una motovedetta delle Capitanerie di Porto e’ riuscita ad arrivare sotto bordo ma non ha potuto ancora iniziare le operazioni di evacuazione. Un elicottero e’ invece riuscito a portare in salvo 8 persone, di cui 3 bambini e 4 donne, che si trovano nella base dell’Aeronautica a Galatina (Lecce) assieme alla prima persona che era stata trasferita dalla nave, in italiano di 58 anni di origine albanese e che era rimasto ferito in modo lieve: sono stati visitate dai medici e sembrano tutti in condizioni non preoccupanti, manifestando soltanto dei sintomi di ipotermia.

Intanto il premier Matteo Renzi e il suo omologo greco Antonis Samaras sono in contatto e seguono da vicino la vicenda. Anche il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni ha avuto un colloquio telefonico con il vice primo ministro e ministro degli Esteri greco, Evangelos Venizelos, in merito all’incendio del traghetto italiano Norman Atlantic al largo delle coste della Grecia. Il ministro Gentiloni e il suo omologo greco hanno fatto lo stato della situazione e continuano a monitorare gli sviluppi della vicenda, mantenendosi in stretto contatto e coordinando il lavoro delle rispettive rappresentanze diplomatiche.