Governo, Gelmini: avanti con larghe intese, ma non ad ogni costo

Mariastella Gelmini, intervistata dal Tempo, non usa mezzi termini: "Per il bene del Paese continuo a credere nelle larghe intese, ma sia chiaro, non ad ogni costo". Il senatore Schifani sente aria di crisi: e lei? Se sì, di chi è la colpa? “Il presidente Schifani semplicemente constata che se il buongiorno si vede dal mattino, quanto accaduto nell’Ufficio di Presidenza della giunta per le elezioni non fa ben sperare. Il Pd sembra aver completamente abbandonato la difesa e il rispetto dei principi costituzionali, dello stato di diritto e le prerogative della difesa. Se questi temi verranno trattati con superficialità e sufficienza, addirittura negati, sarà difficile per noi non trarre le conseguenze politiche".

Il Pd, per continuare a governare insieme al PdL, “avrebbe dovuto comprendere l’importanza storica di questa esperienza di governo e la necessità di ricucire il tessuto strappato della Repubblica piuttosto che inseguire il solito antiberlusconismo e parlare il linguaggio identitario che la partita congressuale produce. Il Partito comunista non si sarebbe comportato con questa irresponsabile leggerezza che è sintomo anche di pochezza”.

In caso di crisi non temete nel Pdl un piccolo 8 settembre, qualche vostro parlamentare che si metta a sostenere un Letta bis? "Sono certa della nostra compattezza e dell’assoluta lealtà basata sulla stima e l’affetto che lega tutti i parlamentari, nessuno escluso, al nostro leader Silvio Berlusconi".