Ebola, infermiere italiano contagiato; era in Sierra Leone

Un infermiere che aveva lavorato anche per Emergency in Sierra Leone è risultato positivo al test del virus Ebola. Il Ministero della Sanità ha dichiarato che un campione di sangue è stato inviato a Roma per testarlo martedì dalla Sardegna, dove l’infermiere era arrivato l’8 maggio.

Il paramedico ha rilevato i primi sintomi in ritardo domenica sera. L’uomo è stato ricoverato nel nuovo reparto malattie infettive dell’ospedale di Sassari 48 ore fa e sarà ora trasferito all’ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma.

L’infermiere sardo contagiato dal virus Ebola e’ arrivato nella notte a Roma all’ospedale Spallanzani. Lo afferma una nota del ministero della Salute, secondo cui ulteriori dettagli sulle condizioni dell’operatore sanitario verranno forniti alle 12 nel corso di una conferenza stampa. ”Il professionista sanitario di Emergency risultato ieri positivo al test Ebola e’ giunto nella notte all’Ospedale centro di riferimento per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma – si legge nella nota -. Il trasferimento e’ stato organizzato d’intesa tra il Ministero della Salute e quello della Difesa ed e’ stato eseguito dall’Aeronautica Militare in alto biocontenimento, seguendo le stesse procedure gia’ attuate nel novembre scorso per il medico siciliano colpito dal virus e poi guarito”.