Calcio, Thohir: Italia non è più al primo posto, Lega e Figc lavorino per sviluppo

"La cosa bella dello sport e’ che e’ un contenuto che va visto live. Quindi l’Italia e’ fortunata ad avere la Lega di Serie A che lavora per lo sviluppo del calcio. Se vediamo i campionati a livello mondiale, l’Italia e’ ancora nei primi 4 campionati al mondo ma al tempo stesso e’ importante che Federazione, Lega e club, capiscano che non si e’ piu’ al primo posto". Lo ha detto il presidente dell’Inter, Erik Thohir, intervenendo al museo Macro di Roma, alla presentazione di due film di sua produzione, ‘Question Mark’ e ‘Soekarno’, entrambi diretti dal regista Hanung Bramantyo, che verranno proiettati in occasione della rassegna di cinema ‘Asiatica – Incontro con il Cinema Asiatico’, in programma a Roma, iniziata ieri e in programma fino al 4 ottobre presso il teatro Ambra, il teatro Palladium e il museo Macro.

Parlando del calcio italiano, il patron nerazzurro ha aggiunto: "Osservando la crescita di altri campionati come quello negli Usa – ha aggiunto Thohir – si puo’ vedere che la loro lega nei prossimi anni potrebbe entrare tra le prime cinque al mondo. Per la Serie A, io sono una parte molto piccola di un gruppo. La Figc e la Lega possono fare molto insieme per esportare il proprio prodotto all’estero, anche in Indonesia. Avevamo una rivista chiamata Football Indonesia, che parlava solo di calcio italiano ma ora ha chiuso. La Lega inglese lavora molto sull’estero e se parlo con mio figlio, in questo momento lui ricorda piu’ i giocatori inglesi che italiani".

Un mezzo per riportare in alto l’attenzione del tifo estero sul calcio italiano potrebbe essere proprio il cinema, per questo Thohir non esclude di poter un giorno produrre un film sul calcio, magari proprio sulla sua Inter: "Il mio obiettivo principale e’ produrre film – dice il numero uno nerazzurro – speriamo che un giorno possa produrre anche un film sul calcio, ma il mio principale obiettivo e’ quello di produrre film di qualita’. La cosa importante e’ capire, non tanto l’evento sportivo, ma la capacita’ di trasmettere i contenuti. Il calcio per l’Italia e’ uno degli esempi da seguire, un evento sportivo puo’ essere un elemento capace di portare attenzione su altri contenuti. Non bisogna guardare solo l’evento sportivo in se’, ma se rappresenta anche la cultura e lo stile di vita del paese".