Calcio, Fiorentina: vittoria su Real, estate da applausi

Il successo ottenuto ieri sera a Varsavia per 2-1 contro il Real Madrid e’ la "ciliegina" di un’estate che per la Fiorentina si e’ rivelata finora convincente e ricca di soddisfazioni. Non e’ da tutti battere i campioni d’Europa, freschi vincitori della Supercoppa europea contro il Siviglia, seppur in amichevole. "Siamo molto contenti di quanto ottenuto contro il Real – ha dichiarato a fine gara Vincenzo Montella – sia per il risultato che per il gioco. Ora pero’ dobbiamo gestire al meglio tutta questa euforia e concentrarci su quello che e’ il vero obiettivo, il campionato che iniziera’ per noi il 30 agosto all’Olimpico contro la Roma".

Certo che quanto mostrato nelle amichevoli finora disputate, legittimano aspirazioni importanti in previsione della nuova stagione: otto vittorie e una sola sconfitta, in Brasile contro il Palmeiras, una condizione fisica gia’ a buon punto e, ha sottolineato con orgoglio lo stesso tecnico viola, "siamo riusciti a dimostrare di avere una nostra identita’ e una nostra personalita’. Pero’ possiamo fare meglio". Riguarda tutto questo sia il gioco che anche eventuali mosse di mercato: "Ci sono cosa da aggiustare, anche il Real ogni anno lavora per crescere", ha ribadito Montella che intanto ha a disposizione, da questi giorni, gli ultimi acquisti, il difensore argentino Jose’ Basanta e il trequartista tedesco di origini bosniache Marko Marin.

Sempre in squadra c’e’ anche il giocatore piu’ corteggiato, il colombiano Cuadrado: Barcellona e Manchester United sono da tempo sulle sue tracce ma finora non sono arrivate nella sede viola offerte ufficiali, e il giorno dell’ultimatum lanciato da Andrea Della Valle, entro e non oltre il 20 di agosto, si avvicina.

Intanto lo stesso Cuadrado, escluso per scelta tecnica dalla sfida con il Real Madrid, e’ stato convocato per il test di domani sera, ore 20.30, ad Arezzo. Mancheranno invece i titolari di Varsavia, fra i quali Mario Gomez, capocannoniere viola di questa estate con sei reti, compresa l’ultima realizzata al Real. "Loro non erano al top pero’ – ha dichiarato l’attaccante tedesco, tra i giocatori piu’ attesi – e’ sempre importante vincere cosi’ come il modo con cui lo si fa".