Boccia (Pd), “Salvini rischia di schiantarsi come Renzi”

“Con questa manovra ci si è tecnicamente incaprettati per consentire a Di Maio e Salvini di passare per credibili. Vergognosi i tagli alla scuola, sono deluso dal M5S”

Francesco Boccia, Pd

Matteo Salvini, ministro dell’Interno e leader della Lega, ha detto che la manifestazione del Pd a Montecitorio è stata un flop e che l’opposizione è ridicola. Francesco Boccia, deputato del Pd e candidato alla segreteria del partito, intervenuto a Radio Cusano Campus, ha replicato così: “Mi dispiace per Salvini, non si accorge che si sta vestendo di quell’arroganza che fa male ad ogni leader politico”.

Non condivido nulla di quello che fa e dice Salvini, ma rispetto le sue scelte politiche perché rappresentano una parte di elettori italiani e io rispetto i suoi elettori. Quindi mi auguro che Salvini abbia l’umiltà di rispettare chi fa opposizione, soprattutto chi la fa in maniera democratica”.

Sulla manovra: “E’ una pessima legge di bilancio, con l’Europa ci si è tecnicamente incaprettati, oggi noi abbiamo le mani e i piedi legati. E tutto per consentire a Di Maio e Salvini di dimostrare agli italiani che hanno mantenuto le promesse elettorali, quando in realtà non sono state mantenute. Il fatto che noi, a partire da domani mattina, abbiamo sulla testa la certezza che l’Iva nel 2020 arriverà al 25,2%, ci obbliga a trovare 23 miliardi entro il 31 dicembre 2019, più gli altri per il 2021. Penso che questa sia una sciagura, una follia. Noi per consentire a Salvini e Di Maio di passare per credibili, partiamo da meno 50 miliardi in 2 anni”.