Berlusconi, Renzi è il nulla e Grillo un incapace

Silvio Berlusconi la scorsa domenica è intervenuto telefonicamente al congresso dei Popolari per l’Italia, formazione politica guidata da Mario Mauro. Per l’uomo di Arcore “in questo momento noi corriamo un grave rischio: il crollo della fiducia nel nostro sistema bancario. Se si creasse una crisi di fiducia nei confronti delle banche le conseguenze sarebbero disastrose. Ci sarebbero effetti irreparabili, con caratteristiche simili, in piccolo, al fallimento della Lehman Brothers". Per Berlusconi "occorre accertare fino in fondo le varie rsesponsabilità" nel fallimento delle 4 banche interessate dal decreto del governo, "e bisognerebbe far conoscere agli italiani i nomi di coloro cui le banche hanno prestato soldi e non li hanno restituititi".

Il titolo del congresso è “Uniti Si Vince”. Anche per questo Berlusconi sottolinea: “Il vostro nome di Popolari per l’Italia sta a significare che siamo parte della stessa famiglia europea, la famiglia della democrazia e della libertà, quella del Partito Popolare Europeo. E questo significa condividere gli stessi valori e gli stessi principi ispiratori, tra i quali il valore anzi il dovere della libertà. Lo slogan ‘Uniti Si Vince’ del vostro congresso rappresenta l’unità del centro-destra, che è la condizione per vincere, battere la sinistra e per evitare al Paese uno scenario da incubo, tra Renzi e Grillo, cioè tra la prepotenza e il nulla da un lato, e l’incapacità e la follia dall’altro".

"Oggi in Italia vige una non-democrazia; l’attuale governo sta cambiando la costituzione e la legge elettorale. Renzi vuole una riforma su misura per sé, funzionale solo a lui e al Partito Democratico, così ritoccata da consentirgli di avere tutto il potere. Così com’è l’Italia in Europa non ha la capacità di venir fuori dalla crisi: non ne ha né la forza né la credibilità. Col progetto di Mario Mauro possiamo vincere se uniti, tornare a ridisegnare insieme il nostro paese".

"Questa Italia non ci piace, e insieme la dobbiamo cambiare: e noi vinceremo a partire dalle prossime amministrative. Il vostro contributo nel convegno di oggi è molto importante: insieme ai Popolari di Mario Mauro convinceremo tutti quegli italiani delusi che non vogliono più andare a votare, grazie al programma che stiamo formulando insieme. Siamo la maggioranza degli italiani: alle elezioni politiche torneremo a vincere, per riportare il nostro Paese ad essere una vera democrazia".