Zanda (Pd), ‘grazia per Berlusconi? Colle si dice disposto a esaminarla’

Luigi Zanda, capogruppo dei senatori del Pd, commenta l’intervento di Napolitano in una intervista a Repubblica: “Una nota istituzionale perfetta”, “sicuramente è una nota molto densa con cui tutti dovranno fare i conti. Ha dei contenuti importanti". Soprattutto, "la parte politica è molto netta, tranchant. E’ chiarissimo il monito alle forze politiche. Una crisi sarebbe totalmente fuori luogo ed esclusa ogni ipotesi di scioglimento". Ma esclude che vi sia una apertura sulla grazia: "No, direi di no…". E aggiunge: "La nota indica i limiti e le caratteristiche dei poteri di intervento attribuiti al Capo dello stato, quindi se ci fosse una richiesta di grazia, che peraltro non è pervenuta finora, Napolitano si dice disposto ad esaminarla. Sicuramente sarà un esame rigoroso".

Sottolinea quindi la difesa della magistratura da parte del capo dello Stato: "Ha usato parole lineari. Il principio dell’indipendenza della magistratura non si tocca. In ogni modo e in ogni luogo va rispettata la fondamentale legge della divisione dei poteri".