Vendola (Sel), dopo addio Civati pronti a nuovi gruppi in Parlamento

"Siamo pronti a costituire gruppi nuovi sia alla Camera che al Senato. Partiamo con chi ci sta. Sel non ha presentato i propri simboli nella competizione delle regionali. Abbiamo già avviato l’allargamento. Siamo pronti a costituire gruppi nuovi sia alla Camera che al Senato. Il nostro progetto politico non è la conservazione di un piccolo partito ma è creare una grande sinistra innovativa". Lo afferma in un’intervista a Repubblica Nichi Vendola, presidente di Sinistra Ecologia Libertà, dopo l’addio di Pippo Civati al Pd.

"Non sono impegnato in un’opera di reclutamento nel mio contenitore. – aggiunge Vendola -. Mando un messaggio a tutti coloro che pensano che la solitudine dei lavoratori, la precarietà esistenziale dei giovani, la povertà disseminata in lungo e largo per la penisola siano la ragione sociale di una sinistra che non vuole rinunciare ai progetti di trasformazione radicale. La scomparsa di quella che Bersani chiamava la ‘ditta’ è già un fatto. Perciò a chi è uscito compiendo un atto di coraggio come Civati e Pastorino; a chi sente esaurita l’appartenenza a un luogo, il Pd, così sfigurato; a chi nelle aule parlamentari sta in altri gruppi; a chi, fuori dalle istituzioni sente l’impellenza di rispondere alla domanda di sinistra di cui parla Susanna Camusso, dico: partiamo, è arrivato il tempo. Senza problemi di primato, questioni di leadership".