Siria, Forza Nuova: no alla guerra, pronti a circondare ambasciata americana a Roma

L’On Roberto Fiore, Segretario Nazionale di Forza Nuova, in merito alle prime dichiarazioni rilasciate dell’insegnante belga Pierre Piccinin, compagno di prigionia del giornalista della Stampa, Domenico Quirico, comunica: “Le sensazionali dichiarazioni di Pierre Piccinin, relative al fatto di aver ascoltato durante la sua barbara prigionia una conversazione dei ribelli siriani in cui si assumevano la responsabilità di aver usato armi chimiche a Damasco, aprono una luce di verità in un mare di menzogne. La dichiarazione dell’insegnante belga assume ancora più valore, non solo simbolico, per il fatto che lo stesso Piccinin in un recente passato aveva appoggiato la causa dei ribelli siriani contro il legittimo governo di Bashar al-Assad. Alla luce di questa dichiarazione, Forza Nuova si augura che l’Italia prenda subito le distanze dall’amministrazione guerrafondaia americana, e che la stampa nazionale, con in testa il Corriere della Sera, chiedano umilmente e pubblicamente scusa ai propri lettori per aver riempito pagine e pagine di menzogne, senza un minimo di riscontro diretto, facendo intervenire pseudo esperti che si sono dimostrati degli umili gazzettieri al servizio della propaganda americana ed israeliana”.

Forza Nuova, continua Fiore, “comunica che se gli americani e i loro pochi alleati, decidessero di intervenire nonostante ormai tutti, compreso la maggioranza del popolo americano, si siano accorti dell’infondatezza di un intervento militare, siamo pronti a circondare l’ambasciata americana di Roma mettendo in pratica manifestazioni vivaci dal contenuto politico molto forte. Siamo curiosi di vedere se dopo queste manifestazioni, il premio nobel per la pace deciderà di attaccare con missili, ovviamente intelligenti, anche le sedi del Movimento, sparse in ogni comune d’Italia. Forza Nuova, unico movimento politico italiano esplicitamente filosiriano, invita tutti i nazionalisti italiani ed europei a continuare la mobilitazione per la pace in Siria e ad intraprendere un boicottaggio di tutti i prodotti americani ed israeliani. Verità e Giustizia per la Siria”.