Salvini attacca il governo: “Litiga su tutto, gli italiani sono stufi. Conte si faccia da parte”

Poi punta il dito contro il sindaco di Roma: “Fai un favore a tutti sindaco Raggi: dimettiti e lascia che siano i cittadini a scegliere qualcuno che sappia salvare questa citta' dalla rovina”

Matteo Salvini chiede al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, di farsi da parte. “Io e milioni di italiani siamo stufi di un governo che litiga su tutto e blocca il paese, sarebbe ora che Conte si facesse da parte”, dice il leader della Lega.

L’ex ministro dell’Interno punta poi il dito contro il sindaco di Roma: “Virginia Raggi si dimetta per fare un favore alla città”. Salvini in una nota dichiara: “Povera Virginia. Da una parte il Pd che non crede possa nemmeno arrivare al ballottaggio, dall’altra i 5 stelle che trovano incoraggianti sondaggi che la danno perdente se si ricandidasse e purtroppo in mezzo i romani sommersi da rifiuti urbani, bus che prendono fuoco, stazioni metro chiuse, buche, voragini e strade poco o zero illuminate per la gioia di gentaglia con cattive intenzioni”.

La conclusione di Salvini è presto detta: “Fai un favore a tutti sindaco Raggi: dimettiti e lascia che siano i cittadini a scegliere qualcuno che sappia salvare questa citta’ dalla rovina. Noi siamo pronti” .

Salvini, stasera a Taranto a margine di una convention elettorale, torna poi sulle Regionali: “Quando gli elettori decidono, hanno sempre ragione. In Emilia Romagna e’ andata cosi’. Abbiamo vinto otto volte, abbiamo perso una volta, quindi ci sta. Mi porto a casa il 32 per cento della Lega, 15 consiglieri regionali e vorra’ dire che la vittoria e’ rimandata. Ma quando il popolo vota, ha sempre ragione”. Salvini ha poi aggiunto che “la Lega non sta rivendicando il candidato della Campania, noi cerchiamo di scegliere, al di la’ delle tessere di partito che non mi interessano, le persone migliori e le squadre migliori”.