Roma, Marino: ‘per noi gli olandesi non sono quei barbari distruttori’

Il sindaco di Roma, Ignazio Marino, torna a parlare degli scontri che si sono tenuti la scorsa settimana nel pieno centro della capitale fra gli ultrà olandesi e le forze dell’ordine. "Tra poche ore – spiega – ho un appuntamento telefonico con il sindaco di Rotterdam. Condividero’ con lui i toni della bellissima lettera che mi ha scritto: i cittadini olandesi per noi evidentemente non sono quei barbari che abbiamo visto l’altro giorno a piazza di Spagna, ma sono un popolo molto civile e molto colto con il quale vogliamo assolutamente avere le migliori relazioni possibili".

Ancora: “Contattero’ un gruppo di ragazzi di Rotterdam che hanno condotto studi classici e che mi ha scritto una bellissima lettera in cui spiegano, proprio per i loro studi, di sentirsi cittadini di Roma e di voler raccogliere dei fondi da destinare alle opere archeologiche della nostra città".

Intanto c’è la proposta di organizzare a Rotterdam un’amichevole tra le Nazionali di calcio dell’Olanda e dell’Italia per ripagare con l’incasso i danni procurati alla Barcaccia di piazza di Spagna dagli hooligan del Feyenoord: “Ho parlato con il presidente Tavecchio, che si e’ dimostrato entusiasta di questa idea dell’assessore Masini e a cui io ho immediatamente aderito. Sono sicuro che la riusciremo a realizzare. È una bella proposta non solo per il valore monetario in cui si puo’ tradurre, ma perche’ riconduce l’idea dello sport del calcio a un’idea di gioia e di serenita’ e non a quelle immagini legate agli atti di vandalismo di qualche giorno fa che tutti abbiamo ancora negli occhi".