Roma, Alemanno: stop a invasione criminalità, Comune c’è ma lo Stato risponda

Sempre più violenza nella capitale d’Italia. Sempre più omicidi a Roma e in provincia. Un andazzo che non può continuare. “Roma non puo’ essere invasa dalla criminalita’ organizzata”, sbotta il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, replicando a una giornalista durante la presentazione dell’Osservatorio sulle smart cities. Alemanno assicura: “da parte nostra concentreremo tutte le energie, pero’ e’ necessario che lo Stato risponda, che ci metta la faccia”. Proprio per questo il sindaco uscente, impegnato in questi giorni in un difficile ballottaggio dopo il voto amministrativo dello scorso fine settimana, ha annunciato che parlerà di ordine, sicurezza e legalità con il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, “non appena ci sara’ un incontro ufficiale tra la nostra amministrazione e il ministero".

Secondo Alemanno “la massima attenzione delle Forze dell’Ordine deve concentrarsi sul litorale laziale”. Proprio da lì, infatti, arriverebbero i veri problemi, dallo spaccio di droga alla prostituzione. Ed è vero che Roma vive giorni difficili. Ma questa situazione di emergenza “non ha nulla a che fare con questa amministrazione”, è un’emergenza “che si registra in tutti territori urbani, non solo a Roma ma anche a Milano e nelle altre grandi città". Il Comune di Roma metterà ogni sua forza in campo: “Sono convinto che un procuratore capo come Pignatone, probabilmente il magistrato piu’ esperto contro la criminalita’ organizzata che ci sia in Italia, sia la persona migliore che possa guidare questi sforzi".

ALEMANNO APRE FILO DIRETTO CON CITTADINI SU FB Intanto prosegue la campagna elettorale per le Comunali di Roma. Alemanno ha inaugurato sul suo profilo Facebook un filo diretto con i cittadini. E’ stato proprio il tema delle sicurezza il primo ad essere affrontato. “Oggi abbiamo discusso il tema della sicurezza – scrive in un post il sindaco – Ringrazio tutti i partecipanti a questo confronto diretto. Faro’ tesoro delle vostre proposte e delle vostre lamentele”.

SI GETTA DA FINESTRA SCUOLA: ALEMANNO LO INVITA A CAMPIDOGLIO “Gli ho detto di superare, qualsiasi ne sia la causa, il suo malessere, e appena sta meglio con le gambe, di venirci a trovare in Campidoglio, in maniera tale da poter constatare con mano che tutta la citta’ di Roma lo sente come suo figlio, che gli vuole bene e che non c’e’ alcun motivo per sentirsi ne’ solo ne’ depresso’. Lo ha detto il sindaco di Roma Gianni Alemanno, che questo pomeriggio si e’ recato in visita al ragazzo di 16 anni che questa mattina si e’ gettato dalla finestra della sua scuola.